sabato 30 novembre 2019

Un regalo sotto l'albero: Tu sei musica di Simona Bianchera



Un regalo sotto l'albero: Tu sei musica di Simona Bianchera



La musica regala emozioni, libertà, gioia, commozione. Ma avete mai pensato che potrebbe anche cambiarvi la vita? Questo è quello che sta per succedere ad Alaska e  Daniel: grazie alla musica si conosceranno... e niente sarà più come prima. Una rocambolesca storia d'amore, amicizia, avventura, intrisa di arte, di pittura, di fotografia, di poesia e di tanta musica vi aspetta. Tanti spunti sensoriali per vivere le emozioni dei protagonisti.
Tu sei Musica è un romanzo d’amore, vissuto sotto ogni sua forma. L’amore e l’unione della famiglia: un valore inestimabile. Quello dell’amicizia, che quando è vera e forte fa affrontare e superare ogni tempesta. L’amore per le proprie idee e i
propri sogni, che dà la forza per lottare per realizzarli, ma c’è anche l’amore esasperato, l’amore che ferisce, che spezza, ma che porta a capire quello che più conta nella vita. La musica amplifica le emozioni che provano i protagonisti. Allacciate le cinture e partite alla scoperta della loro vita colorata.


ESTRATTO

Daniel la capiva in pieno. “Alcol e arte insieme”, le scrisse: “…un mix letale…”. Alaska rispose sospirando: “Letale! Più che entrare nell'anima, me la sta rubando”, e alzò la bottiglia di
birra verso lo schermo del pc, come a brindare con lui. Ne bevve un sorso e pensò: Come stai facendo tu, guardando gli occhi scuri e penetranti di una foto sul profilo di Daniel. Questo ragazzo era capitato nella sua vita come un uragano, portando con sé mille emozioni. Un altro messaggio era arrivato, nel
frattempo: “Ti faccio fare un viaggio con me, ora. Ascoltiamo Stairway to Heaven dei Led Zeppelin”.
Misero entrambi le cuffie e, sincronizzati, diedero il via al video, partirono e viaggiarono sulla musica, insieme questa volta.
Alaska era entusiasta: “Stupenda! Non la conoscevo, mi piace condividere con te la tua musica preferita, per me è linfa vitale, è interessante conoscerti anche attraverso di lei”.
Daniel si sentiva così vicino a lei che d’impulso le scrisse: “…è strano, ti sei infilata così dolcemente
nella mia vita che quasi mi sembra di conoscerti da tempo… non è facile farmi provare certe sensazioni e tu, così, con leggerezza, mi fai stare bene. Grazie”.

L'AUTRICE
Mi chiamo Simona Bianchera, in arte fotografica Simona Alaska. Vivo a Chiavari, la mia amata città dal 1978, anno in cui sono nata. Amo l’arte sotto ogni sua forma, coltivo varie passioni tra cui la Fotografia, la Pittura e la Scrittura, con la stesura di racconti, poesie, canzoni, romanzi. Giro sempre con la macchina fotografica per immortalare tutto ciò che mi emoziona. In ogni cosa che osservo trovo poesia. Sono una persona semplice e complessa allo stesso tempo. In me la dualità del segno zodiacale dei pesci è molto marcata. Svolgo un lavoro che amo e mi soddisfa nell’ambito fiscale, basato su leggi, dove la serietà e la concentrazione sono fondamentali. Ma al di fuori della sfera lavorativa è come se camminassi a qualche centimetro da terra, sempre con la testa
immersa nei miei sogni, nelle mie fantasie. Spesso mi immagino dei veri e propri “film” sentendone le emozioni come se le assaporassi in prima persona, dandogli poi vita attraverso la pittura e la scrittura. Tu sei Musica è il mio romanzo d’esordio.

Segnalazione: Un amore per Natale di Alice Marcotti

Segnalazione: Un amore per Natale di Alice Marcotti in uscita il 10 dicembre. 
Il 17 dicembre pubblicherò la mia recensione del libro perché partecipo al Review party, seguitemi 😏


Titolo: Un amore per Natale 
Autore: Alice Marcotti
Genere: romance
Data di uscita: 10 dicembre 2019
Numero pagine versione cartacea: 295
Libro auto conclusivo 
Non fa parte di nessuna serie
Link pre-order amazon: https://www.amazon.it/dp/B081VMWWF8 

Abigail Paige ed Elliot Pearce si conoscono da sempre. Da piccoli erano inseparabili, ma durante gli anni del college si sono persi di vista. A Natale le famiglie Paige e Pearce si riuniscono a Horse Holding, come tutti gli anni. Abby vuole presentare il fidanzato alla famiglia,l'uomo che pensava di volere per sempre, ma perde tutte le sue certezze quando, per la prima volta, dopo anni, Elliot si presenta alla tenuta.Tra i due ci sono troppe questioni in sospeso e l'atmosfera natalizia riporterà a galla sentimenti assopiti ormai da molto tempo. Abby ed Elliot si ritroveranno faccia a faccia con i propri desideri e con le proprie emozioni. Dovranno decidere se vale la pena cambiare la propria vita e rimanere insieme, oppure tornare a casa e non vedersi mai più.


Un regalo sotto l'albero: Mare nell'anima di Mariarosaria Conte


Un regalo sotto l'albero: Mare nell'anima di Mariarosaria Conte



Morena ha 16 anni, è una ragazza semplice, timida e studiosa. Proviene da una famiglia popolare,  modesta, che grazie a un buon affare concluso in passato si ritrova ad avere una casa a Oti, meta turistica della ricca borghesia napoletana. Mare nell’anima è il racconto dell’estate che condurrà Morena a un cambiamento interiore ed esteriore, attraverso quei passi così emozionanti e delicati che trasformano ogni ragazza in una donna. La dolce e semplice fanciulla, sempre pronta ad assecondare i suoi nelle loro esagerate forme di  controllo, non è più una ragazzina, e comincia a sentire esigenze diverse, voglia d’indipendenza, di libertà.
L’ambiente attorno a sé non l’aiuta: se la sua famiglia è l’espressione del proletariato meridionale, i
ragazzi e le ragazze che si trova a frequentare a Oti sono viziati, sembrano godere della totale libertà di azione, e ostentano una sicurezza che per Morena sembra aliena.
Ma non è tutto oro ciò che luccica, e dietro certe facciate brillanti la nostra protagonista scoprirà crepe inaspettate, pericolose, incise nelle mura pericolanti di famiglie distrutte, anaffettive, tutte concentrate nel tentativo di mantenere una certa apparenza.
In un gruppo di amici di quel genere non è facile ritagliarsi un posto importante, e a Morena, “ragazza invisibile”, basta non essere allontanata, basta riuscire a brillare di luce riflessa.
C’è Fiorenza, la vicina di casa che conosce da sempre, e che rappresenta il lasciapassare nel gruppo degli “in”. C’è Gaia, fatta più o meno della stessa pasta, ciarliera, spocchiosa, piena di sé. C’è Federica, la ragazza con la quale riesce a rapportarsi meglio, l’unica che sembra trattarla alla pari. Poi ovviamente ci
sono i ragazzi, irraggiungibili, come Gerardo, Matteo, Giuseppe, ma soprattutto Davide, bello come un Dio e ricco da far paura.
Qualcosa inizia a cambiare proprio quando Davide comincia a nutrire un interesse diverso per Morena, fatto di piccole, grandi attenzioni e tenerezze inattese. La prima reazione della ragazza sarà ovviamente  quella di rifuggire ogni contatto, di mettersi al riparo da quanto le sembra uno scherzo di cattivo gusto,
una di quelle scommesse estive che il gruppo dei maschi ha sempre vinto senza fatica. Morena non vuole cadere nella meschina tela e si rifugia nel suo mondo, spalleggiata dalla sua miglior amica, Camilla, più giovane di lei ma estremamente sveglia e matura per la sua età. Insieme capiranno che forse negli slanci di Davide c’è del vero, un interesse che sorprendentemente va oltre i lustrini, lo stato sociale e la bellezza esteriore. Mare nell’anima, sull’onda di una voce speciale come quella di Morena, è un romanzo di formazione che ha tutta la luce delle estati più belle, quelle fulgide e indimenticabili dell’adolescenza. Mariarosaria Conte tesse con estrema delicatezza e sensibilità una trama corale, portata avanti attraverso uno stile semplice, diretto, ben armonizzato, perfetto per esprimere gli slanci della giovane protagonista. Ma nel romanzo non ci sono solo le palpitazioni della prima cotta e i primi scontri pesanti fra amici, queste tappe si rivelano espedienti per parlare di passaggi fondamentali nella crescita, delle prese di
 coscienza, del distacco dai genitori, quello positivo, necessario per trovare un posto nel mondo e sentirsi davvero se stessi.

ESTRATTI

...Caddi quasi subito in un sonno profondo, avevo davanti agli occhi l'immagine del volto di Davide illuminato dalla luna, il suo mezzo sorriso e lo sguardo più dolce e tenero di un bambino: ero irrimediabilmente persa...
❋❋❋
Lui mi seguì e ci incamminammo vicini e silenziosi. Attraversammo il lido e quindi le uniche luci di quella spiaggia, ci muovevamo quasi allo stesso passo, o forse lui rallentava il suo per non costringermi a corrergli dietro. Il mare era nero e tutt'intorno buio. Mi avvicinai a lui e con un gesto istintivo e spontaneo gli presi la mano.

L'AUTRICE

Mariarosaria Conte è nata a Napoli, città in cui vive tuttora. È sposata e ha tre figli.
Laureata in Giurisprudenza, dopo un percorso completo di formazione e l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato, ha abbandonato la carriera in ambito legale per dedicarsi all'insegnamento nella Scuola Primaria e ai suoi figli. Ha pubblicato“Mare nell'anima” (2015) ; “Io, te e la dislessia”(2016); “Cinque minuti prima della campanella” (giugno 2018); “Bianca come la neve” (novembre 2018); “Lucia” –Racconto breve inserito
nell’Antologia “Il dolore del silenzio”(marzo 2019); “Il Mondo che vorrei” – Racconto breve vincitore del Concorso intitolato “ Gli anni 80: il decennio che ha generato il ventennio”(ottobre 2019); “Storie di ordinario disagio” – Racconto breve vincitore del contest letterario #Prendiamolipermano.

venerdì 29 novembre 2019

Un libro sotto l'albero: Foglie nel tempo di Patrizia Ines Roggero



Un libro sotto l'albero: Foglie nel tempo di Patrizia Ines Roggero


Le feste di Natale hanno in serbo una sorpresa per Audrey: un viaggio in un tempo e in una terra
lontani, quando l'America era divisa dalla Guerra di Secessione e la libertà un sogno per molti.
Da un amore finito a uno proibito, Audrey seguirà la voce della propria anima, alla ricerca di una felicità
che rivendica il diritto di essere vissuta.


ESTRATTO
«Ti prego non arruolarti.» Sentiva la mano del destino afferrare le loro esistenze con dita inclementi e
strappare via la felicità, la speranza... e la vita stessa.
Nathanaël appoggiò la fronte contro la sua e chiuse gli occhi, come se il peso di quella decisione lo
avesse reso d’improvviso stanco e debole.
«Devo farlo per me, per la mia famiglia e per noi.»
«Per noi?»
«Se mai verrà il giorno in cui potrò amarti alla luce del sole, saprai che è anche merito mio.»
«Non accadrà, non in questa vita almeno.» Sorrise con amarezza. A cosa era servito toccare con
mano il vero amore sapendo che era destinato a finire? «Vorrei poterti trattenere, ma so che non mi
ascolterai. Sono certa che ti distinguerai per coraggio e lealtà, e che sentirò il tuo nome molte volte
ancora, ma non sarai più mio né io tua. Quando tornerai, sarà tardi per noi... sarà tardi per me.»
«Non mi aspetterai?» La sorpresa sembrava pari allo sgomento.
Come poteva rivelargli che lo avrebbe aspettato in eterno, che lo amava al punto da aver mantenuto
vivo il loro amore nello spazio e nel tempo, oltre la morte e la vita stessa. Come poteva dirgli che già
sapeva cosa sarebbe accaduto?
La vertigine preannunciò che la visita nel passato stava per giungere al termine, ma tentò di resistere
un attimo ancora. Gli donò le labbra suggellando una promessa che non avrebbe potuto mantenere e,
nel farlo, pianse lacrime di rabbia e delusione.
«Ti aspetterò... ti aspetterò per sempre.»

L'AUTRICE
Patrizia Ines Roggero Patrizia Ines Roggero è autrice di Romance ed Erotici storici. Vive in Liguria con il marito e la figlia, è editor presso Eadon Servizi Editoriali ed è appassionata di storia americana, soprattutto per quanto riguarda l’epopea western e la cultura dei Nativi Americani. Collabora con il sito Farwest.it ed è tra le fondatrici del gruppo Facebook Io Leggo Il Romanzo Storico.
Libri pubblicati:
Paradise Valley – La trilogia
Sono solo un marinaio
La luna e il mare
Il brigante di Corte
Il sentiero della passione
Foglie nel tempo (racconto)
Asso di cuori (racconto)
La flotta d’argento (scritto con Stefania Bernardo)

Segnalazione: Cara cognata, ti odio! di Corinne Savarese


Segnalazione: Cara cognata, ti odio! di Corinne Savarese in uscita oggi 29 novembre!


Autore: Corinne Savarese
Editore: More Stories
Data di pubblicazione: 29 novembre 2019
Genere: Romanzo
Link d'acquisto: amazon.it
Prezzo ebook: €2,99 
Prezzo cartaceo: €11,99 
Disponibile gratuitamente
sul programma Kindle Unlimited


Può una cognata creare così scompiglio da rendere impossibile una relazione? O essere così invadente, invidiosa e cattiva da far di tutto pur di continuare a essere l'unica donna per il proprio fratello?
Può passare ogni limite consentito pur di raggiungere il proprio obiettivo?O arrivare a tentare di distruggere la carriera, la dignità, la vita e il fidanzamento? A quanto pare sì.
Lo fa Annabella, sorella di Andrea. Dopo averlo cresciuto come una madre, ora pretende di dettare le regole della sua vita, imponendosi su Daphne. Quella che inizialmente sembra essere una bella amicizia tra le due, si trasforma in un incubo nel momento in cui il suo trono di primadonna inizia a vacillare.
Annabella arriverà a compiere gli atti più assurdi, pericolosi, meschini e illegali pur di far fuori la nuova fidanzata di suo fratello.




L'AUTRICE
Corinne Savarese è nata a Milano e ha studiato lingue moderne. Ex agente di viaggi e product manager, ora vive con i suoi 4 figli, 2 gatti e un cane. “Cara cognata, ti odio!” è il suo titolo d'esordio. 

Un regalo sotto l'albero: Io, te e la dislessia di Mariarosaria Conte



Un regalo sotto l'albero: Io, te e la dislessia di Mariarosaria Conte


Veronica è una piccolina dai riccioli d’oro e il viso lindo e delicato come quello d’una principessa. Impossibile non amarla a prima vista. Eppure, il suo ingresso nella scuola 
dell’infanzia è piuttosto traumatico: la bimba mostra notevole ritrosia all’inserimento nel nuovo ambiente e le maestre lamentano una sua abulia, una certa inappetenza alle iniziative
didattiche, nonché svogliatezza nel socializzare.
La madre, insegnante ancora alle prese col terribile precariato, non riesce a credere alle sue orecchie, e inizia a seguirla ogni pomeriggio con più determinazione, riscontrando, in effetti,
alcune difficoltà e dei preoccupanti segnali di stress, come la perdita improvvisa di ciocche di capelli. Un po’ per paura di dover ammettere l’esistenza di un problema serio, un po’ per
l’età ancora esigua della figlia, Daniela si carica la situazione sulle spalle ed evita di rivolgersi a professionisti per un parere medico. La situazione in un certo senso migliora: con l’ausilio
materno Veronica riesce a colmare alcune piccole lacune e termina, seppur con fatica, la scuola dell’infanzia.
Al secondo anno di primaria però, i disagi persistono; Veronica denota ancora notevoli difficoltà nella lettura – che è incerta e stentata, mentre riesce a rielaborare oralmente un
brano letto da terzi – e nella scrittura – le righe del quaderno sono un optional e la grafia disordinata.
Ma è solo al termine della terza elementare che arriverà, inesorabile, la diagnosi: dislessia.
Questo sconosciuto.
Ora i genitori di Veronica possono finalmente ripercorrere con consapevolezza il calvario della loro bambina, umiliata oltremodo da maestre che, classificandola superficialmente
come normodotata, pretendevano risultati da lei non raggiungibili, accusandola, a fronte a dei mancati traguardi, di lentezza e indolenza. Iniziano così gli scontri coi docenti, chiamati a
tenere nei riguardi di Veronica un atteggiamento più dolce e affettuoso, non dimenticando che il compito precipuo di ogni insegnante è quello di gratificare e motivare l’alunno,
valorizzando le sue diversità a prescindere da ogni tipo di problematica eventualmente riscontrabile.
Poi, con l’entrata in vigore della normativa scolastica sui D.S.A. (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), la battaglia si sposta su un altro versante: ottenere il rispetto e
l’applicazione di una legge esistente, e garantire a Veronica un futuro tranquillo e umano da un punto di vista didattico-sociale.
Ma non è facile. Un corpo docente disabituato ai concetti di formazione e collaborazione, la presenza di psicologi e terapeuti pronti a tutto pur di accaparrarsi nuovi clienti, – e non
pazienti – i costi esorbitanti delle strutture private, metteranno a dura prova la forza di una famiglia inizialmente impreparata ad affrontare tutto ciò. La storia di una madre coraggiosa, pronta a sconfiggere le proprie insicurezze e fragilità pur
di veder rispettati i diritti di sua figlia. Un libro che ci aiuta a capire il mondo della dislessia, indispensabile per gli addetti ai lavori, per le famiglie che vivono dall’interno il disagio, e per
tutte le persone sensibili, desiderose di apprendere qualcosa su questa realtà per certi versi ancora sconosciuta.

ESTRATTI
.
...Io avevo solo Veronica nella testa e, mentre sedevo scomoda tra i banchetti di un’aula di seconda elementare, mi ricordai di quando la mia piccola fece il suo ingresso alla scuola dell’infanzia...
❋❋❋
...Mentre sbraitavo e allo stesso tempo pensavo ai nostri primi ‘dolori’ scolastici, Flavia mi parlava con dolcezza: «Calmati Daniela, non è colpa tua. Per una madre è difficile accettare che c’è qualcosa che non va nel proprio figlio, eppure tu l’avevi intuito sin dal primo momento!»...
❋❋❋
...Come avevamo potuto ridurci a tanto? Antonio ed io, dopo la scuola dell’infanzia, c’eravamo ripromessi che Veronica non avrebbe più sofferto e invece… nell’anno della scoperta della verità, io e lei eravamo a pezzi...

L'AUTRICE

Mariarosaria Conte è nata a Napoli, città in cui vive tuttora. È sposata e ha tre figli.
Laureata in Giurisprudenza, dopo un percorso completo di formazione e l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato, ha abbandonato la carriera in ambito legale per dedicarsi all'insegnamento nella Scuola Primaria e ai suoi figli. Ha pubblicato“Mare nell'anima” (2015) ; “Io, te e la dislessia”(2016); “Cinque minuti prima della campanella”
(giugno 2018); “Bianca come la neve” (novembre 2018); “Lucia” –Racconto breve inserito nell’Antologia “Il dolore del silenzio”(marzo 2019); “Il Mondo che vorrei” – Racconto breve vincitore del Concorso intitolato “ Gli anni 80: il decennio che ha generato il ventennio”(ottobre 2019); “Storie di ordinario disagio” – Racconto breve vincitore del contest letterario #Prendiamolipermano.

giovedì 28 novembre 2019

Un regalo sotto l'albero: Ashley di E.P. Silvia


Un regalo sotto l'albero: Ashley di E.P. Silvia


Lavoro come membro in una sezione segreta dell'MI6, la S.I.S. (Servizi Identità Segrete). Ho portato a termine tantissime missioni ed è proprio per questo che, il mio dipartimento, ha deciso di assegnarmi una squadra tutta mia per poter agire in piena libertà.
Amo quello che faccio, ho dedicato gran parte della mia vita alla carriera e ne vado fiera. Il mio obiettivo, e del mio team, è quello di operare in assoluta segretezza, senza dare mai nell'occhio. Infatti, a ogni missione, sono costretta a cambiare la mia identità.
Nessuno ha mai conosciuto il mio vero nome.
Nessuno, fin quando non mi sono imbattuta in lui.
Nella mia vita non ho mai voluto relazioni fisse, optavo sempre per flirt molto superficiali.
Siete curiosi di conoscere la mia storia? Vi dirò solo una cosa: Non ve ne pentirete.


L'AUTRICE
Mi chiamo Silvia e sono romana, ho molti interessi oltre la lettura e la scrittura, uno tra tutti: cucinare, e non me la cavo affatto male (almeno così dicono).
Ho iniziato a scrivere il primo romance tre anni fa, è iniziato tutto come una scommessa fatta con me stessa... avevo voglia di scrivere una storia che fosse solo mia e per me è stata una grandissima soddisfazione vedere quel desiderio realizzato.
Sono una persona molto socievole, mi piace divertirmi e far divertire chi ho intorno. Adoro ridere e prendere la vita con ottimismo, sono giocherellona e anche molto romantica. Ho anche dei difetti eh, quello che più mi caratterizza è la testardaggine, quando mi metto una cosa in testa è la fine.



Segnalazione: Il Corvo e la Rosa


Buon pomeriggio, oggi vi segnalo l'uscita di Il Corvo e la Rosa romanzo di Marilynn St. Claire in uscita il 6 dicembre. Ve ne parlerò in maniera più approfondita prossimamente dato che parteciperò al Review Party del libro. Io sono molto curiosa di leggerlo, per ora vi lascio la sinossi.


Un antico rubino rosso come il sangue, a forma di rosa.
Un castello scozzese arroccato su una scogliera a picco sull’oceano.
Una truce leggenda.
Quando l’impulsiva Rose varca la soglia di Dunraven e conosce l’enigmatico lord Percy, la sua vita
verrà stravolta senza possibilità di ritorno.
La passione che li attira l’una verso l’altro è dirompente come la tempesta che li fa incontrare, ma la
loro felicità verrà minacciata dall’arrivo di un personaggio misterioso e determinato a riprendersi ciò che ritiene suo. Fino a portarli sull’orlo del baratro. Un romanzo che alterna momenti di passione, brividi e risate, complice il levriere Ursus che osserva
tutto dall’alto della sua saggezza canina.


Un regalo sotto l'albero: E il Diavolo si innamorò di Marta Arvati



Un regalo sotto l'albero: E il Diavolo si innamorò di Marta Arvati


Titolo: E il Diavolo si innamorò
Autore: Marta Arvati
Genere: paranormal romance
Editore: Collana Floreale (PubMe)

…Non voglio solo il tuo corpo. Voglio i tuoi pensieri, il tuo cuore. Voglio rubarti l’anima.
Lucifero, ovvero il Diavolo, sotto mentite spoglie cammina da tempi immemori in mezzo agli esseri umani. Così, per diletto, cambiando spesso identità, come più gli aggrada. Per lui gli umani non sono altro che creature limitate e fondamentalmente inutili, dei giocattoli con cui trastullarsi. Ma nessuno di essi ha mai suscitato davvero il suo interesse. La sua ultima interpretazione lo vede nei panni di Damon Steal, un giovane e affascinante imprenditore che ha ereditato un patrimonio dai genitori.
Un giorno, il fortuito incontro con una donna, Madison Wing, farà scattare in lui qualcosa. Lei gli appare fin da subito una preda più difficile da piegare, da asservire ai propri voleri, e così ha inizio la sfida che Damon, il Diavolo, lancia a se stesso: conquistare Madison senza utilizzare alcun potere soprannaturale, sottometterla totalmente, possedere il suo corpo e soprattutto la sua anima.
Esiste tuttavia una leggenda, alla quale ovviamente Lucifero non ha mai dato credito:
«Il giorno in cui l'angelo caduto, che dal Cielo fu cacciato per orgoglio e gelosia, riscoprirà l'amore in una di quelle creature mortali da lui ostinatamente disprezzate, la sua esistenza avrà termine e la sua natura muterà in umana.»
Potrà davvero il Diavolo innamorarsi di un comune essere umano? E se ciò accadesse, quali sarebbero le reali conseguenze?
Volevo rubarle l’anima e invece lei mi ha restituito la mia.


ESTRATTO
"Sono secoli che mi aggiro tra di loro e sinceramente non ho mai trovato nessuno che attirasse davvero la mia attenzione. Nessuno che solleticasse il mio istinto più recondito. Ammetto tuttavia che mi diverte osservarli mentre da soli si distruggono, impugnando le armi gli uni contro gli altri, e il bello è che imputano a me tutto il Male che li circonda, mentre in verità io non faccio nulla, a parte stuzzicarli, provocarli, di tanto in tanto. Alla fine, il merito è solo ed esclusivamente loro, della loro natura meschina e ambigua. Il Male, così come il Bene, è una scelta, nessuno ne detiene la piena proprietà, nemmeno io. La decisione è loro, io mi limito a osservarli e, al massimo, tentarli."


L'AUTRICE
Nata il 10 dicembre 1977 a Verona (VR), diplomata a pieni voti al liceo scientifico, ha alle spalle un percorso di studi che comprende materie come paleografia, glottologia, filologia, storia della lingua italiana, storia del teatro e dello spettacolo, legate alla passione per la parola e la scrittura nelle sue svariate forme. Altra sua grande passione è il disegno, nel quale ha imparato da sola a destreggiarsi prediligendo lo stile dei manga e i ritratti. L'amore per i manga e gli anime l'ha poi portata a studiare la lingua giapponese, complessa ma estremamente affascinante. Tra le letture preferite è sicuramente da includere "Il profeta" di Kahlil Gibran.
Alcune sue poesie sono state inserite in una raccolta di autori contemporanei dal titolo "Riflessi", della casa editrice Pagine, e finora ha pubblicato sei romanzi:
- "L'inverno nei suoi occhi" (contemporary romance) edito Collana Floreale (PubMe)
- "La lunga strada di Sara" (contemporary romance) edito Collana Floreale (PubMe)
- "Chiave di violino" (contemporary romance) edito Collana Floreale (PubMe)
- "E il Diavolo si innamorò" (paranormal romance) edito Collana Floreale (PubMe)
- "Fino a te" (sport romance) edito Collana Floreale (PubMe)
- "Nessuna distanza" (romance New Adult) edito Collana Brightlove (PubMe)

mercoledì 27 novembre 2019

Un regalo sotto l'albero: L'amore al tempo della musica di Giulia Esse



Un regalo sotto l'albero: L'amore al tempo della musica di Giulia Esse


Venezia 1797. Napoleone Bonaparte è ormai alle porte della Serenissima: dopo tanti colpi e sventure, presto la Repubblica cadrà. Insieme all'orgoglio della città deve piegarsi anche quello di Anna, giovane sposa costretta dai debiti del marito a trasferirsi nella casa dello zio di lui, Fosco Alvise Candiani, il più acclamato compositore di Venezia. Abbandonata in una casa ostile, strappata ai suoi affetti e a tutto ciò che conosceva, Anna si aggrappa all'unica cosa che le resta: il suo sogno di diventare violinista. Per farlo, è pronta ad assumere l'identità del marito, di cui nessuno ha più visto il volto fin da quando era ragazzo. Nei panni di un uomo, Anna trova la libertà che ha sempre bramato, ma rischia di perdere se stessa. E gli occhi severi di Fosco, l'uomo che sembra la sua perfetta antitesi, sono pronti a ricordarglielo in ogni momento. Echi di concerti, clangore di spade e pettegolezzi sussurrati corrono tra le rughe e le calli, ma tra i mille specchi di Venezia si cela la domanda più importante di tutte: è più giusto vivere secondo coscienza, o secondo reputazione?


ESTRATTO
«Dovreste ammirare la vanità, anziché denigrarla. Voi ne siete così provvisto, signore.»
Fosco piegò le labbra in una smorfia. «La mia non è una vanità qualunque. Ascoltatemi tutti» disse, affinché l'orchestra lasciasse andare gli strumenti per concentrarsi sulle sue parole. Unì le mani fra loro e fece schioccare la lingua sul palato. «Non mi vanto di me stesso perché sono un ottimo musicista o un apprezzato compositore. Io mi vanto di aver consapevolezza delle mie qualità, mi vanto della mia cultura, mi vanto di un'essenza che ho costruito in trentanove anni della mia vita e non senza lottare con tutti quei frammenti di me che faticosamente ho portato all'unità. Perché molti di voi non mi tollerano – e lo so bene, a volte avete degli sguardi indisposti perfettamente comprensibili –, ma al tempo stesso mi rispettano? Perché la mia vanità è forza ed è un pericolo per tutte quelle anime la cui identità ancora divaga.»

L'AUTRICE
Giulia Esse è nata a Velletri nel 1991, la città che ha dato i natali ad Augusto, di cui va fiera anche in virtù della recente laurea in Archeologia Classica conseguita a Roma La Sapienza.
Ha esordito nel 2019 con il romanzo storico ambientato nella Venezia di fine Settecento, L'amore al tempo della musica, edito dalla collana Io me lo leggo. È una delle vincitrici del concorso letterario Guerriere indetto da Le Mezzelane Casa Editrice, con il racconto fantasy orientale Senza Nome.
La scrittura è un lavoro che la accompagna insieme al sogno di proseguire i suoi studi nell'ambito della museologia.

Un regalo sotto l'albero: L'ultima chance di Ilaria Vecchietti


Un regalo sotto l'albero: L'ultima chance di Ilaria Vecchietti


Avete mai vissuto un amore impossibile? E nonostante questa consapevolezza gli siete stati sempre vicino, soffrendo in silenzio?
A Irene è successo, eppure sono stati gli anni più belli della sua vita.
Ora è riuscita a tornare a casa, tutto solamente per rivedere il suo unico grande amore.


ESTRATTO
Tra quella musica assordante che ti impedisce di parlare, il casino della gente che balla e ti spinge, la luce caleidoscopica che ti abbaglia gli occhi, fu in quel momento che capii il forte sentimento che provavo per lui andava ben oltre all’amicizia.
Mi ero innamorata. 


L'AUTRICE
Ilaria Vecchietti è nata il 19 Agosto 1988 in provincia di Vercelli, nella bella Valsesia, una lunga vallata percorsa dal fiume Sesia fino ai piedi del Monte Rosa. Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale, Laurea in Scienze dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro con una tesi in Diritto Penale del Lavoro.
Grazie a sua mamma è cresciuta in mezzo ai libri. Fin da piccola, quando le raccontava le fiabe, ha fatto in modo che si appassionasse alla lettura. Legge diversi generi, ma il suo preferito è il fantasy, in tutte le sue sfumature.
Ha scoperto per caso che le piace anche scrivere, e da quando l’ha scoperto non si è più fermata nell’inventare storie e avventure.
Il suo romanzo d’esordio è L’Imperatrice della Tredicesima Terra (2016), edito Aletti Editori.
Si tratta di un fantasy autoconclusivo dove la protagonista, oltre salvare il suo mondo, deve ritrovare se stessa.
Da giugno 2016 ha aperto un blog letterario dal nome Buona lettura, dove pubblica principalmente recensioni dei libri che legge, ma non solo, segnala le nuove uscite (sia da parte di case editrici e sia di autori esordienti autopubblicati) e anche eventi librosi o interviste.
Il 24 luglio 2017 in collaborazione con Claudia Piano (autrice di molti romanzi, fra cui spicca Armonia Saga) e altri autori, ha pubblicato una raccolta di racconti fantasy facente parte del mondo di Armonia Saga, dal titolo Un giorno ad Armonia, (il suo racconto si intitola: La Sinfonia Incatenante).
Il racconto prende in prestito i personaggi inventati da Claudia e li porta in un mondo nuovo.
A novembre 2017 pubblica tramite Amazon il secondo romanzo fantasy: L’Isola dei Demoni.
Un'altra storia autoconclusiva dove le vite di vari personaggi si intrecciano e, superando il loro passato, dovranno salvare la loro terra.
Il 21 luglio 2018, sempre in collaborazione con Claudia Piano, esce la seconda raccolta di racconti fantasy Un giorno ad Armonia – Vol. 2 (il suo racconto si intitola: La Valle del Tempo Perduto).
Prendendo ancora in prestito i personaggi della saga di Armonia, Ilaria li coinvolge in una ricerca miracolosa per salvare il mondo della Musicomagia.
L’ultima chance…, pubblicato il 13 marzo 2019, è il primo racconto di Ilaria che si discosta totalmente dal genere fantasy da lei prediletto e si avvicina al romance, sotto forma prevalente di un lungo monologo della protagonista, anche se il finale appartiene alla fantascienza apocalittica. Il tema principale rimane in ogni caso l’amore che vince su ogni cosa.
Sempre nel 2019 partecipa alla terza raccolta di racconti a cura di Claudia Piano, Un giorno ad Armonia - 2019 (il suo racconto di intitola: Dove sono finiti i colori?).
Usando nuovamente i personaggi della Saga di Armonia, Ilaria li fa compiere una missione su un Pianeta al centro dell'Universo e dovranno ritrovare i colori.
Indirizzo blog Buona lettura:
www.unabuonalettura.blogspot.it
• Pagina Facebook Buona lettura:
www.facebook.com/buonalettura88
• Account Twitter Buona_lettura:
www.twitter.com/buona_lettura_
• Account Instagram buona_lettura88:
https://www.instagram.com/buona_lettura88/
• Account MeWe Ilaria Vecchietti:
https://mewe.com/i/ilariavecchietti
• Account Bloglovin' Buona lettura:
https://www.bloglovin.com/blogs/buona-lettura-18385013
• Account Goodreads Ilaria Vecchietti:
https://www.goodreads.com/author/show/17057211.Ilaria_Vecchietti
• Account LinkedIn Ilaria Vecchietti:
https://it.linkedin.com/in/ilaria-vecchietti-2898a261
• Email: ila.vecchietti@gmail.com

#47 E da una lacrima... la felicità

Buongiorno, oggi pubblico la recensione di E da una lacrima... la felicità di Marco Posata.


Autore: Marco Posata
Editore: Santelli Editore
Pagine: 225
Data di pubblicazione: 24 luglio 2019
Genere: Romanzo

Fin dove può spingersi una madre pur di riabbracciare il proprio bambino? L'opera prima di Marco Posata è ricca di interessanti spunti che potrebbero far pensare a un romanzo di avventure ricco di situazioni insolite, a volte create per portare avanti il plot narrativo: in realtà il viaggio, tema dominante, è una ricerca interiore per trovare se stessi. Uno dei pregi dello scrittore è quello di approfondire la psicologia dei personaggi, in particolare quello di Lora, in una spietata analisi che a me, che ne ho studiato a fondo l'opera, suggerisce un accostamento, sicuramente audace, con Sigmund Freud. Altro tema che emerge nel libro di Posata è il suo grande amore per la natura, di cui, con felice espressione, gode respirandolo "l'odore acre e crudo". (Alessandro Quasimodo)

Questo è un libro che consiglio di leggere in un momento buono, positivo perché l'ho trovato molto triste ma anche molto profondo. Lora è una donna tunisina che fa di tutto per ritrovare suo figlio, anche attraversare le fiamme dell'inferno. La sua non è stata una vita facile, è stata prigioniera di un uomo arabo per anni, ha perso i suoi cari, è stata costretta a fuggire dal suo villaggio e ad abbandonare suo figlio. Questo però se lo ricorda solo in seguito, ossia dopo aver ritrovato la memoria. I suoi sono ricordi offuscati ma ciò che le è chiaro è la mancanza di suo figlio. Dov'è adesso? sarà ancora vivo? Lora inizia così a seguire le tracce di quel figlio che sembra sia stato mandato in Italia attraversando il paesaggio impervio della sua terra fino ad arrivare sulle coste italiane. Ogni volta che Lora sembra riuscire a toccare con mano la felicità questa sguscia via senza neanche lasciarsi sfiorare. Quello di Lora è un destino crudele, per niente facile. Riuscirà mai ad incontrare suo figlio?
Ho letto E da una lacrima...la felicità con un'angoscia e un'ansia perenni perché l'autore riserva alla sua protagonista ben poche gioie e tutte molto fugaci. Le tematiche trattate sono davvero molto serie e profonde come l'amicizia, il rapporto tra fratelli, l'immigrazione, lo spaccio di droga, la discriminazione razziale, l'amore di una madre.     

"Altre frecce, non riusciva a capire proprio il perché di tanto odio. Avrebbe voluto chiederglielo, avrebbe voluto sapere, avrebbe voluto dirglielo, spiegare loro che era lì per cercare suo figlio e che se avesse potuto non sarebbe rimasta, che ben volentieri sarebbe tornata nella sua terra natia".

L'autore è molto bravo a scandagliare l'animo umano, a far percepire al lettore la profonda angoscia, il grande senso di colpa di Lora nell'aver abbandonato il figlio ancora in fasce. 
Molto bravo Posata anche nel descrivere i luoghi attraversati da Lora alla ricerca del figlio, ho avuto la sensazione di essere lì con lei. 
La scrittura dell'autore se da una parte è molto suggestiva dall'altra l'ho trovata a tratti un po' pesante. Egli utilizza un linguaggio a volte fin troppo ricercato che a lungo andare tende ad appesantire il racconto.
Il finale è stato inaspettato, mi ha commosso fino alle lacrime, proprio come quelle di Lora.
E da una lacrima... la felicità è sicuramente un bel romanzo, un romanzo forte con tematiche attuali e importanti, delle quali non dovremmo mai smettere di parlare.  

Segnalazione: La ballerina zoppa e altre storielle di Davide Pregnolato

Segnalazione: La ballerina zoppa e altre storielle di Davide Pregnolato edito Kimerik Editrice. Autore: Davide Pregnolato Edit...