giovedì 31 ottobre 2019

Cover Reveal: Il diavolo ha due volti

Buon pomeriggio, oggi il blog partecipa al Cover Reveal di Il diavolo ha due volti di Nancy Urzo



Titolo: Il Diavolo ha due volti
Autore: Nancy Urzo
Volume: 2
 Editore: Self Publishing
 Genere: Erotico - Thriller
Prezzo E-book: 2,00 euro
 Prezzo Cartaceo: 15,00 euro


Si ritorna al passato, a quando, un giovane e innocente Pedro si trova in continua lotta contro l'indifferenza, i segreti e le bugie di due genitori molto spesso assenti.
Questa sua vita disordinata e solitaria lo spinge a compiere azioni inconfessabili, trova sollievo solo
stando accanto allo zio Rafael e ai suoi cugini Marcus e Ferdinando. Sascha, la ragazza che da
sempre si era limitato ad ammirare da lontano incrocia il suo cammino, vuole a tutti i costi
modificare la sua personalità, imporle il suo amore, non può però immaginare che quella ragazza
possa essere in grado di dargli il colpo di grazia, farlo impazzire trasformandolo in un diavolo
affamato. Cosa gli rimane da fare se non ascoltare la crudele voce della sua psiche e vendicarsi di
tutte quelle persone che gli avevano reso la vita insopportabile?


Book Trailer



L'AUTRICE
Nancy nasce a Bergamo il 16 Ottobre del 1987 e a soli 12 anni dopo la scuola, anziché giocare con i suoi coetanei inizia a scrivere i suoi primi racconti e poesie, era l'unico modo per lei per estraniarsi dal mondo ostile che sentiva attorno a se. Questa sua passione l'accompagnerà per tutta la sua crescita fino all'adolescenza. Le faranno capire che il suo sogno di diventare scrittrice poteva essere raggiungibile. Ora è una donna sposata e grazie a suo marito trova il coraggio e pubblica grazie a
StreetLib la sua prima raccolta di poesie «ANIMA NEL TEMPO: Cuore Narratore. Successivamente pubblica una seconda raccolta intitolata « LA CAREZZA DI UN SOGNO».
Decide poi di mettersi alla prova ed esordisce con il suo primo romanzo erotico – thriller «ERASMUS DI SANGUE: Nemmeno il tuo migliore amico ti salverà.» trasformandola in una
trilogia.

BIBLIOGRAFIA
  • ANIMA NEL TEMPO: Cuore Narratore - pubblicato nel 2018
  • ANIMA NEL TEMPO: Cuore Narratore Seconda Edizione - pubblicato nel 2019
  • ERASMUS DI SANGUE: Nemmeno il tuo migliore amico ti salverà

ERASMUS DI SANGUE


Roma.
Tutto ebbe inizio quando Carolina, Sascha e i suoi amici partirono per l'Erasmus. Le loro vite di giorno erano semplici e impegnative, i corsi all'università frenavano i loro pensieri più spinti.
Durante la notte tutto ciò cambiava, il sesso e l'alcool conducevano ogni loro libido all'estremo, ogni esperienza era degna di essere vissuta. Nuove amicizie giunsero poi per scuotere le loro fantasie e desideri, nulla poteva 
mettere in guardia quel piccolo gruppo di amici e i loro conoscenti dal pericolo che stava giungendo. L'ombra di un passato difficile da cancellare era tornata, cosa vorrà? Chi ne uscirà pulito da questa storia?
“VIVI LA STORIA CON GLI OCCHI DI CAROLINA E I SUOI AMICI".


mercoledì 30 ottobre 2019

Review Tour: Heimaey di Yan Manook



Buongiorno miei cari lettori, oggi il blog ha il grandissimo piacere di partecipare al Review Tour di Heimaey, il thriller di Ian Manook edito Fazi Editore che ringrazio. Ringrazio anche Luisa Distefano per l'organizzazione dell'evento.


Autore: Ian Manook
Traduzione: Maurizio Ferrara
Editore: Fazi Editore
Collana: Darkside
Pagine: 456
Data di pubblicazione: 10 ottobre 2019
Genere: thriller
Prezzo e-book: €12.99
Prezzo cartaceo: €17
Codice ISBN: 9788893255295

Kornelíus, un poliziotto islandese possente come un troll, che canta musica folkloristica in un coro di donne, trova un cadavere in una solfatara, spellato dal ventre in giù. Mentre cerca una spiegazione per quel delitto associato a uno strano rituale, è anche alle prese con la mafia lituana, a cui deve dei soldi; per estinguere il suo debito, s’impegna a ritrovare due chili di cocaina rubati da un mozzo durante una transazione in mare. Negli stessi giorni, giunge in Islanda il giornalista Jacques Soulniz: quarant’anni dopo aver visitato l’isola con un gruppo di amici, vi fa ritorno con la figlia Rebecca, la sua ribelle Beckie, con la quale cerca di riallacciare un rapporto compromesso. Sin dalle prime tappe, però, il loro soggiorno prende una piega inaspettata: l’uomo è inseguito dalle ombre del suo passato e sembra avere un conto in sospeso con quelle terre misteriose, che hanno in serbo per lui un’implacabile vendetta. Le strade di Kornelíus e Soulniz si incroceranno in un gioco crudele orchestrato dal destino.
Dopo le steppe mongole della trilogia di Yeruldelgger, Ian Manook ci accompagna in Islanda, fra ghiacciai, vulcani, antiche leggende, scogliere impervie a picco sul mare: un paese di una bellezza abbagliante, modellato dalla collera millenaria dell’oceano. Un’Islanda arcana e luminosa, in cui dietro ai paesaggi immacolati si celano traffici illeciti di ogni sorta. Un thriller dal ritmo serrato, con personaggi indimenticabili e un’ambientazione unica: Ian Manook è tornato e non deluderà i suoi molti fan.

Quando mi è stata data la possibilità di leggere Heimaey non mi sono di certo tirata indietro perché amo i thriller, soprattutto quelli ambientati nel Nord Europa perché hanno un fascino particolare grazie alle loro ambientazioni suggestive. Heimaey ha tutto ciò che cerco in un libro: trama originale, personaggi ben delineati, ambientazione suggestiva e dialoghi ben scritti.
Manook questa volta decide di ambientare il suo libro nella magica Islanda fatta di vulcani, ghiacciai, solfatare, scogliere, oceano, strade impervie. L'Islanda è anche terra di antiche leggende alle quali c'è chi ancora crede fermamente, come alla leggenda dei nàbròk, al quale l'assassino di questo racconto sembra ispirarsi. Secondo questa leggenda si deve trovare una preda possente dal quale assumerne la forza, per ottenerla si deve spellare la vittima dalla cintola in giù in un pezzo solo ottenendo i cosiddetti necropant che si devono poi indossare. Questo è ciò che è successo alla vittima trovata nella solfatara che è stata spellata dalla cintola in giù. Kornelìus, il poliziotto assegnato al caso, collega subito lo strano modus operandi alla leggenda dei nàbròk. Sicuramente questo è un caso molto particolare e di non facile soluzione perché chi può ancora credere a questo tipo di leggende e arrivare addirittura a metterle in pratica? Come se ciò non bastasse Kornelìus si deve dedicare anche alla ricerca di due chili di droga per conto della mafia lituana a cui deve dei soldi. In parallelo alle imprese di Korneliùs, Manook ci fa conoscere il giornalista francese Soulniz e la figlia Rebecca che viaggiano in lungo e in largo per l'Islanda per rinsaldare il loro rapporto dopo la morte della madre di Rebecca. Il loro viaggio non sarà facile, sia a causa delle numerose divergenze nel loro rapporto, sia per ciò che è accaduto nel passato di Soulniz durante il suo primo viaggio in quelle terre. Qualcuno sembra che non si sia dimenticato di lui e vuole tormentarlo, perché? Che cosa vuole da Soulniz? Cosa è successo durante quel primo viaggio? Le strade di Soulniz e Kornelìus si incroceranno, anche perché l'Islanda non è poi così grande, cosa li legherà?
Credo che uno dei punti forti di Heimaey siano i personaggi, in particolare Kornelìus che è un personaggio quasi mitologico, un grande e grosso troll.

"Un troll. Un metro e novantacinque per cento chili e rotti. che sia diventato poliziotto va da sé. Che frequenti le sale di muscolazione dove i vichinghi si allenano a diventare gli uomini più forti del mondo per ottenere una parte in Game of Thrones, lei può ancora capirlo. Ma che canti il repertorio di un folclore medievale in una corale di quartiere in mezzo a zitelle vegane e a vedove che lavorano a maglia, ecco una cosa che non avrebbe mai creduto. E' come immaginarlo intento a sorseggiare un caffè macchiato in un circolo di cucito".   

Come non si fa ad amare un personaggio così particolare? Canta i krummavìsur quando meno te lo aspetti, ha un gran successo con le donne e non si tira mai indietro nel suo lavoro. Un protagonista con i fiocchi! 
Soulniz adora la ribelle figlia Beckie come la chiama lui, fa di tutto per recuperare il loro rapporto che spera non sia compromesso del tutto. E' testardo, impulsivo e nostalgico del passato, soprattutto riguardo al primo viaggio in Islanda.
Tutti i personaggi sono ben delineati e i dialoghi sono davvero ben scritti, riescono a risaltare le caratteristiche di ognuno. Nei dialoghi l'ironia non manca così come non mancano i numerosi modi di dire strampalati tipici dell'Islanda.
Un altro punto forte è sicuramente l'ambientazione, l'Islanda è una terra impervia, fatta di sali e scendi, di scogliere a strapiombo sul mare, di piscine naturali scavate nella roccia con viste mozzafiato, di solfatare che puzzano terribilmente, di corvi intelligenti che non dimenticano chi ha dato loro fastidio o è stato buono con loro. Manook è davvero abile nell'immergere il lettore in questo Paese da sogno che durante la lettura riesce a percepire il suono delle onde del mare che si infrangono sugli scogli e il gracchiare dei corvi. 
Devo ringraziare Manook per avermi fatto conoscere questo Paese meraviglioso che è l'Islanda, grazie alle sue parole ho amato il paesaggio, le leggende, i modi di dire islandesi.
Un libro davvero meraviglioso Heimaey che gli amanti dei thriller nordici non possono assolutamente lasciarsi scappare!

🌟🌟🌟🌟🌟/5🌟

L'AUTORE
Giornalista, editore e romanziere, vive a Parigi. Ha esordito con Yeruldelgger, Morte nella steppa, primo capitolo di una trilogia con lo stesso protagonista al quale seguono Yeruldelgger, Tempi selvaggi e Yeruldelgger, La morte nomade, tutti pubblicati da Fazi Editore. Pluripremiato e adorato dai lettori e dalla critica, Yeruldelgger è un vero e proprio fenomeno.


lunedì 28 ottobre 2019

#42 Chiamami soltanto amore

Buon pomeriggio, oggi pubblico la recensione di Chiamami soltanto amore di Margherita Ascione. 
Ringrazio la More Stories per avermi omaggiata della copia digitale.


Autrice: Margherita Ascione
Editore: More Stories
Pagine: 234
Data di pubblicazione: 16 ottobre 2019
Genere: Contemporary M/M
Formato: ebook - cartaceo
Prezzo ebook: 2,99
Prezzo cartaceo: 11,99 
Disponibile su Kindle Unlimited


Lorenzo e Guido appartengono a due famiglie nemiche che si contendono il primato delle aziende vinicole di Verona. Famiglie che si fanno la guerra da generazioni. Famiglie che si odiano. E dovrebbero odiarsi anche loro, ma quando Guido comincia a lavorare per Lorenzo, i due instaurano da subito un legame particolare. Laureato in un’università prestigiosa, colto e appassionato, Guido possiede le giuste caratteristiche per fare davvero la differenza in azienda, e Lorenzo decide di fidarsi di lui, andando contro i voleri della sua famiglia. Non sa ancora che Guido custodisce un segreto, sempre più difficile da tenere nascosto man mano che il loro rapporto si intensifica.
Saranno in grado di andare contro le convenzioni, imparando a conoscersi e a rispettarsi, mettendo in discussione se stessi e le proprie radici?
La storia di Lorenzo e Guido, come quella di Romeo e Giulietta, vi farà trattenere il respiro fino alla chiusura del sipario.

Siamo a Verona, protagonisti due innamorati, le loro famiglie si fanno la guerra da tanto tempo. Sto parlando di Romeo e Giulietta? No, ma quasi. I protagonisti di questa storia d'amore sono Lorenzo e Guido, due ragazzi che provengono da due famiglie che si contendono il primato delle aziende vinicole di Verona. Lorenzo si intende di vini ma non ha una laurea in materia, ciò che sa lo ha imparato sul campo dalla famiglia. Così sente il bisogno di assumere qualcuno che può aiutarlo nella gestione dell'azienda, qualcuno di preparato e sul quale può fidarsi ciecamente. Guido ha tutte le carte in regola per essere assunto, si intende di vini, si è laureato in America in una Università prestigiosa, ha solo un difetto, è figlio degli acerrimi nemici della sua famiglia. Lorenzo però vuole fidarsi di Guido, si sente di dargli una chance a costo di litigare con la propria famiglia. I due iniziano a passare molto tempo insieme, dovrebbero diffidare dall'altro invece si sentono sempre più attratti, irrimediabilmente...

"Si sente così dipendente dalla sua presenza che ha tenuto il fiato sospeso per tutti i giorni in cui non si sono visti. Gli sembra di aver ricominciato a respirare solo ora. Prova a ricordarsi che dovrebbe odiarlo. Ci sono tante cose che non gli piacciono di lui. La famiglia, anzitutto, i modi di fare così megalomani in secondo luogo, il fatto che possa permettersi esattamente tutto, quando invece lui si è dovuto sudare la propria preparazione finendo per essere un suo dipendente. Lorenzo è tutto ciò che non ama: è viziato, figlio di papà, non è preparato nel proprio lavoro - non come dovrebbe almeno - e si comporta come se fosse Rockefeller."

Come si suol dire al cuore non si comanda e i due ragazzi non possono negare i propri sentimenti, l'attrazione e il feeling che li lega. 
Non si può non tifare per Guido e Lorenzo, per la loro storia d'amore perché l'amore non segue le leggi della famiglia di appartenenza, dell'età, del colore della pelle, di genere, l'amore segue solo le leggi del cuore. L'amore è anche coraggio, coraggio di amare chi si vuole, alla luce del sole alla faccia dei pregiudizi. L'autrice mi ha fatta sognare con questo suo libro, è la prima volta che leggo una storia M/M e non sarà l'ultima perché l'amore è sempre amore e appartiene a chi lo prova senza distinzioni.  La prosa della Ascione è fresca, scorrevole e di impatto. Le citazioni tratte da Romeo e Giulietta alla fine di ogni capitolo impreziosiscono notevolmente il racconto esaltandolo. 

"GIULIETTA: Che c'è in un nome? Ciò che chiamiamo 
Rosa avrebbe con qualsiasi nome 
Un profumo altrettanto dolce. Così, Romeo,
Se non si chiamasse Romeo conserverebbe
Quella rara perfezione che possiede
Senza quel titolo. Lascia il tuo nome,
Romeo, e in cambio del tuo nome che non è
Parte di te, prendi tutta me stessa."

L'autrice ha creato due bellissimi personaggi con Giulio e Lorenzo. Il primo è serioso, pacato, meticoloso e riflessivo mentre Lorenzo è giocoso, impulsivo, stravagante. Ho apprezzato molto i dialoghi tra i due, mi hanno fatta emozionare, divertire e appassionare alla loro storia.
Consiglio la lettura di Chiamami soltanto amore a chi crede che l'amore possa vincere su tutto!

🌟🌟🌟🌟/5🌟


Tulipani Edizioni: nuova collaborazione!

Buon pomeriggio lettori, con grande piacere voglio informarvi della nascita della Tulipani Edizioni e della collaborazione del blog con essa. 
A me questa Casa Editrice piace già, voi cosa ne pensate?




Diamo voce a tutto ciò che viene
messo a tacere.

Questo progetto è nato per dare spazio a tematiche delicate, a cui non viene data la giusta luce. Ci sono tante storie e/o denunce su problematiche sociali che tante, tantissime persone
vivono con frustrazione. La diversità non deve essere una barriera. Una religione non deve macchiare il suo cammino di sangue. Una razza non deve dipingere odio. La timidezza non
deve essere derisa e umiliata. Una taglia non deve essere motivo di vergogna.
Oltre alla saggistica, cerchiamo anche opere di narrativa e fuori collana per le opere che ci
colpiscono particolarmente.
Tulipani Edizioni è nata grazie al nostro senso di uguaglianza e libertà sociale, con una sola 
e unica regola: credere nelle proprie parole!


Segnalazione: Noi oltre le stelle

Segnalazione: Un'altra bellissima uscita in casa Butterfly, Noi oltre le stelle di Antonella Maggio in uscita oggi 28 ottobre!


Titolo: Noi oltre le stelle
Autore: Antonella Maggio
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Digital Emotions
Genere: Romance contemporaneo
Data di pubblicazione: 28 ottobre 2019
Prezzo: 2,99 € [in offerta a 0,99 € fino al 31 ottobre]
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited

Katie ha tutto ciò che una donna possa mai desiderare dalla vita: una casa, una figlia adorabile, la sua migliore amica e un marito per cui stravede. Ciò che vuole è solo avere accanto le persone che ama e godersi ogni attimo.
Trevor è uno di quegli uomini che ama la famiglia e per sua moglie e sua figlia farebbe qualsiasi cosa, anche ammazzarsi di lavoro e rientrare tardi la sera finendo, però, per non accorgersi di essere sul punto di rovinare tutto.
Katie soffre la sua assenza, ha già subito un abbandono e lo rivive ogni volta che suo marito non torna a casa. E quando nella porta accanto si trasferisce il nuovo vicino, un avvocato sexy con i capelli rossi e la battuta sempre pronta, i sentimenti vengono messi a dura prova. Benton Parker, con il suo cane troppo euforico, ha negli occhi l'ombra di un passato doloroso ma il cuore buono, le sue giornate sono parecchio movimentate con un via vai di donne sempre diverse. Katie non gli è indifferente e abitare a pochi passi rende tutto più complicato. Ma il destino ha in serbo qualcosa che supera di gran lunga tutti i dolori e le difficoltà affrontate fino a quel momento e per sconfiggere certe paure è necessario un amore grande in grado di scacciare tutte le nuvole e arrivare fino alle stelle.

venerdì 25 ottobre 2019

Intervista: Francesca Petroni

Buon pomeriggio, oggi in collaborazione con Thrillernord pubblico l'intervista fatta a Francesca Petroni, autrice di Domani c'è ancora tempo.

Ciao Francesca, ho letto il tuo ultimo libro Domani c’è ancora tempo e l’ho trovato un inno alla speranza, a non perderla mai neanche nei momenti più bui, come è nata l’idea alla base del libro?
È stata una strana genesi. La spinta iniziale è venuta dal fatto che volevo mettermi alla prova, alzando l’asticella al massimo. Ho immaginato quale sarebbe stata la situazione più difficile in cui il protagonista di un libro potesse trovarsi. Eccola: essere al centro di una storia, la propria storia, senza essere in grado di comunicare, né di interagire con l’ambiente circostante. Il mio eroe era lì in quel limbo di vita, vissuta in se stesso. A quel punto, non era più un personaggio, ma una persona. Ero partita dal pormi una sfida narrativa, ma immediatamente è diventata qualcosa di più: una sfida esistenziale a cui ho partecipato corpo e anima. Per non rendermi le cose facili e per non cadere nella trappola della banalità e della superficialità (che davvero sarebbe stato quanto di meno rispettoso potessi fare), il libro era stato impostato, all’inizio, come esperimento quasi misticheggiante. Questo aspetto forse un po’ ancora è presente, specialmente nella prima parte. Mentre lo scrivevo, però, mi sono posta il dubbio che il messaggio potesse rivelarsi poco accessibile. Quindi, nelle numerose revisioni, ho cambiato il registro nella parte che mi sembrava utile allo scopo.

Domani c’è ancora tempo è un libro toccante e profondo raccontato in prima persona dal suo protagonista Christian, come mai questa scelta?
Credo di aver risposto nella prima domanda. Christian, il cui nome viene rivelato non a caso relativamente tardi nella storia, affronta il sentiero più impervio. Tutti noi ne abbiamo uno e a volte ci fermiamo o siamo tentati di rallentare, per la paura dell’esito finale. Christian non ha più questa scelta e quando l’ha avuta, comunque ha deciso di rimanere sulla strada rifiutando una fine dignitosa. Forse la sua vera gloria, per quanto poi abbia il tempo di pentirsene, è stata quella. Ma, per quanto mi riguarda, avrebbe avuto altrettanta gloria nello scegliere diversamente.

Christian paralizzato e senza la possibilità di parlare ha spesso pensato che quella che stava vivendo non era vita e che se fosse arrivata un’altra crisi non avrebbe voluto che qualcuno lo salvasse di nuovo. Qual è la tua idea sul biotestamento?
La mia idea è che nessuno debba credere di poter giudicare scelte di questo genere. Ci sono argomenti in cui la naturale, umana propensione al giudizio (che Kant razionalizza perfettamente), deve essere sospesa. Quello che possiamo fare è decidere per noi stessi, ma va tenuto in considerazione che ogni situazione è diversa da un’altra, mentre invece un istituto giuridico deve generalizzarsi per poter essere applicabile. Inoltre, cosa che in questo romanzo credo di aver esplorato, le cose cambiano nel tempo portando a una revisione delle proprie decisioni che in alcuni casi, potrebbero non essere comunicabili. Posti questi interrogativi, resta sempre vero che ognuno adempie al proprio destino in modi che sfuggono al senso comune. Dobbiamo accettarlo in noi, ma soprattutto negli altri.

Tra tutti i libri che hai scritto ce n’è uno al quale sei più affezionata? Perché?Potrei rispondere come fanno tutti: che ognuno dei miei romanzi ha il mio amore in un certo perimetro specifico. Sarebbe la verità anche nel mio caso. Ma se oggi dovessi dirtelo d’istinto, devo ammettere che l’unico fra i miei libri che ho riletto è Casa di Farfalle. Forse per via del suo porsi a un passo dalla realtà, esplorando quel “e se fosse vero?” in modo molto più spregiudicato di altri miei romanzi. E poi mi piace la voluta stringatezza della narrazione che credo valorizzi il messaggio contenuto in quella storia. Per il resto, capisco i miei lettori quando ritengono Livia il mio capolavoro. Ne sono stata travolta anche io, scrivendolo. La ricerca storica, fra l’altro, è stata realmente maniacale ed è molto solida.

Quali sono i tuoi progetti futuri? Stai già pensando ad una nuova storia da regalarci?
Ne ho una pronta (anzi due, ma una è avvolta nel mistero) che è passata nelle fasi finali anche di questa edizione di IoScrittore. Non credo che accetterei un’altra pubblicazione in ebook e cartaceo OnDemand in questo caso, ma in ogni caso sono certa che la potrete leggere presto. Nel frattempo sto scrivendo un altro romanzo con due protagonisti molto particolari.

Conosci il genere thrillernordico? Apprezzi qualche autore in particolare?Non sono una lettrice di thriller, resto molto coinvolta dalla lettura, fin troppo. Ma non posso fare altro che dichiarare l’adorazione che ho avuto per i libri di Larsson. Grazie per le belle domande Ilaria, la tua recensione mi ha toccata nel profondo, ti abbraccio forte.

giovedì 24 ottobre 2019

Segnalazione: Una favola per Asia

Segnalazione: Una favola per Asia di Rossana Lozzio


Autore: Rossana Lozzio
Pagine (stimate): 160
Data di uscita: 2019
Genere: Romance
Formati: Ebook (disponibile anche per Kindle Unlimited) e cartaceo
Prezzo: € 0,99 (ebook) € 12,48 (cartaceo)
ISBN Cartaceo: 9781520103495
Cover graphic: Alma Leonardi

La piccola Asia, orfana di madre e suo padre Stefano, disperato per la prematura perdita della moglie,
sono costretti a proseguire nel cammino di una vita complicata.
Raffaella, giovane sorella dell’uomo e zia della bambina, si trasferisce a vivere con loro e tenta di
supportarli, come può, senza rendersi conto di stare quasi annullando se stessa.
Un giorno, Asia esprime la determinata volontà di recarsi a un incontro organizzato dalla scuola con
Luca Antonioni, noto scrittore di favole per l’infanzia… la zia l’ha cresciuta, leggendogliele e le chiede
di accompagnarla, costringendola ad accontentarla, come accade quasi sempre.
La vita di Raffaella, da questo preciso momento, muterà per un percorso che sarà composto da curve
pericolose e da numerosi ostacoli che affronterà, quasi suo malgrado, sostenuta dalla bambina…
nonostante la giovanissima età, infatti, Asia comprenderà l’evolversi della situazione molto prima di lei e
dello stesso scrittore! 
Il romanzo ha vinto la 5a edizione del Concorso "Da donna a donna";, nel 2012 e questa è la
seconda edizione, versione riveduta e corretta, che l’autrice ha scelto di regalare ai lettori, dopo essere
rientrata in possesso dei diritti.



L'AUTRICE
Rossana Lozzio è nata e vive a Verbania. Ha pubblicato trenta romanzi, ha curato la biografia di Alberto Fortis ed è presente in cinque antologie di racconti brevi. Cura e gestisce la FanPage Facebook ufficiale di Teo Teocoli, è consulente editoriale ed è stata
Presidente dell'Associazione Culturale L'albero delle fate.

Nuova collaborazione: Maratta Edizioni

Oggi vi dò il buongiorno con una notizia bella bella, l'inizio della collaborazione con Maratta Edizioni, una nascente casa editrice digitale che non chiede soldi per la pubblicazione. E' sempre bello iniziare nuove collaborazioni e questa nuova casa editrice promette bene!
Per inaugurare la sua nascita, la Maratta Edizioni offre in omaggio un breve racconto horror, Il Museo. Io non me lo lascio scappare e voi?

Titolo: Il museo
Autore: Andrew Bones
Editore: Maratta Edizioni
Distribuzione: Tutti gli store online
Formato: Ebook

In una società dove non esiste più il denaro, dove la vecchiaia e la morte sono un lontano ricordo e tutti sono uguali, una semplice gita al museo può rivelarsi un' esperienza entusiasmante o terrificante. Dipende dai punti di vista.

lunedì 21 ottobre 2019

Cover Reveal: Litania Lugubre



Oggi il blog ha il piacere di partecipare al Cover Reveal di Litania Lugubre di Gabriella Bertolino grazie alla collaborazione con Elpìs Editrice


Autore: Gabriella Bertolino
Editore: Elpìs Editrice
Cover Artist: Gabriella Bertolino
Genere: Fantasy
Data di pubblicazione: 31 ottobre 2019
Formato: Cartaceo

Dolore.
Questo è ciò che è rimasto di Rainbow.
Un dolore da cui non può sfuggire, insieme ai ricordi. Da
quando è tornata a casa, ogni cosa, ogni stanza, ogni
gesto... le ricorda lei.
«Di’ il suo nome.»
Lei, che non le è più accanto, quando si guarda allo
specchio.
Quando ripensa a ciò che ha fatto.
«Dillo!»
Nel riflesso degli occhi dei suoi genitori, la stessa, muta,
sofferenza.
«Sapevo cosa dovevo fare. La risposta era lì e, ancora una volta, malauguratamente, portava
le iniziali del ragazzo più ricco, nobile e potente di tutta Asteria.»
Un grande ballo avrà luogo a breve tra le ricche mura del maniero della famiglia Aidenair,
nel periodo in cui tradizioni pericolosamente antiche premono per risvegliarsi e la natura si
prepara ad esaltare il suo ultimo respiro. Prima di esalarlo.
«Samhain. Halloween. Giorno in cui vita e morte si intrecciano, si confondono.»
Morte, come quella che macchia le dita di Rainbow, di nuovo incapace di controllare il suo
elemento.
E più il ballo di Samhain si fa vicino, più il tormento si fa atroce.
Perché la paura di quella notte d’inverno è ancora dentro di lei.
«Quanto può essere crudele il Sabba, se costringe una ragazza a venire attaccata da colui di
cui si è innamorata? Mette davanti a una verità terribile.»
«Quale verità terribile?»
Perché, in un ballo come quello, la vita le era stata tolta.
«Che l’amore non può niente contro il potere. Che è sacrificabile.»
E ora i mostri stanno per tornare sulle tenebre della terra.

L'AUTRICE
Gabriella Bertolino è nata il 7 Novembre 1998, insieme alla sua diversa e amatissima gemella, Luciana. È una persona piccola che ama saltellare su antiche impronte di giganti. Diplomata al Liceo classico statale Umberto I, attualmente frequenta l'Accademia di Belle Arti all'indirizzo Fumetto e Illustrazione, e un corso di giapponese nel tentativo di imparare la lingua e aprirsi un varco verso un mondo nuovo che ha tanto da raccontare. Il suo, di
mondo, è fatto di parole e immagini, costruito con carta, inchiostro, grafite e colori. Adora leggere, scrivere e disegnare, conoscere e plasmare la realtà che la circonda, creare qualcosa di completamente nuovo solo con la mente o le dita. È un'appassionata di storie e racconti, e sogna di crearne di suoi, vederli spiccare il volo su grandi ali di drago o a cavallo di una scopa, e rimanere impressi nei cuori degli altri, regalare attimi di gioia, aiutarli a crescere, come i libri che ama di più hanno fatto e continuano a fare con lei ogni giorno. Il genere che ama di più è il fantasy, in ogni suo sottogenere, per motivi così numerosi e profondi da non poter essere elencati in breve. Di lei e su di lei forse non c'è molto da dire... Tuttavia, lei ha molto da dire, e molto da dire hanno i personaggi e le storie che porta nel cuore e nella mente. Sogna di diventarne la portavoce, perché crede nella
magia, e scrivere libri è la magia più complicata e meravigliosa che possa esistere. Ed è con la pubblicazione del suo primo romanzo dark fantasy, “Danza Macabra”, pubblicato dalla casa editrice Elpìs, che ha compiuto il primo passo per realizzare il suo sogno.
Dal 2018 la casa editrice le ha anche affidato la docenza di corsi di Scrittura Creativa, anche ad un livello avanzato.

Contatti dell'autrice:
Facebook: Gabriella Bertolino Writer
Instagram: @macabre_seaweed_brain

#41 Prima che la notte sia troppo buia. I quattro elementi

Buon pomeriggio cari lettori, oggi pubblico la recensione di Prima che la notte sia troppo buia. I quattro elementi della giovanissima Sara Fogliacco che ringrazio per avermi omaggiata della copia cartacea.


Autore: Sara Fogliacco
Editore: Gruppo Albatros Il Filo
Pagine: 346
Data di pubblicazione: novembre 2017
Genere: Fantasy

«Quando li vedrai sarà il momento di tornare, i nostri sogni prenderanno forma e i nostri desideri verranno esauditi. I Quattro Elementi segneranno la fine di questa epoca. Il ciclo verrà chiuso».

Si avvicina la notte più lunga e straziante di tutte. Le Stelle tramonteranno e la Luna dividerà il cielo in due. Le paure di tutti gli uomini verranno risvegliate, nel Regno giungerà l’Oscurità più profonda. Un’epoca sta per chiudersi. Ma il segno che gli Eremiti stavano aspettando è finalmente arrivato: i Quattro Elementi hanno danzato nel cielo insieme alla Luna durante la Notte Buia. È l’ora di compiere la missione per la quale sono stati chiamati all’isolamento.
Da diverse parti del Regno, quattro giovani ragazzi intraprendono un lunghissimo viaggio per congiungersi ai propri Elementi. In comune hanno solo il sangue dei primi uomini, coloro che hanno vissuto per secoli a fianco degli Elementi che popolarono il mondo.
Adrastea, l’Acqua, Elara, la Terra, Metis, il Fuoco, Isonoe, l’Aria: le quattro speranze per il regno sono finalmente riunite.

Inizio questa recensione dicendo che solitamente non leggo molti fantasy, prima di aprire il blog ero un po' scettica sul fatto che mi potesse piacere come genere. Il libro della Fogliacco mi ha permesso di ricredermi perché è davvero un bel libro. Mi sono piaciuti la trama, l'ambientazione e i personaggi.
Adrastea, Metis, Elara e Isonoe non si conoscono, provengono da parti diverse del Regno ma hanno qualcosa in comune ossia il sangue dei primi uomini e ciò li rende speciali. I quattro ragazzi sono persone umili, hanno un solo nome ossia fanno parte del popolo e non dei nobili. Ognuno deve lavorare, contribuire al sostentamento della propria famiglia perché ogni soldo guadagnato è importantissimo e vitale. Ma la loro missione non è solo questa, anzi, la più importante è la loro riunione dei Quattro Elementi.

"E' un discorso complicato, ma noi, come tutto in questo mondo, siamo costituiti da piccoli blocchi. Quando i tuoi genitori ti concepirono unirono alcuni di questi blocchi, alcuni presi da tuo padre, altri da tua madre. Mi segui?" spiegò.
"Si ho presente".
"Questi blocchi, a grandi linee, sono gli stessi che ebbero i primi uomini" continuò. "I primi uomini vivevano in armonia con i Quattro Elementi e quindi c'erano dei blocchi più particolari di altri che permettevano agli uomini questo rapporto".
"Quindi io ho questi blocchi?" domandai.
"Non tutti, ma buona parte, è questione di essenza. La tua anima è la più compatibile con l'Elemento, per questo è attratto da te come tu lo sei da lui" terminò.

Così i quattro ragazzi si mettono in cammino, fanno un lunghissimo viaggio costellato da vari ostacoli ma anche da momenti felici per ricongiungersi con il loro Elemento. Gli Eremiti, figure affascinanti e misteriose, saranno fondamentali per i ragazzi, li guideranno nella loro missione.

"Quando li vedrai sarà ora il momento di tornare, i nostri sogni prenderanno forma e i nostri desideri verranno esauditi. I Quattro Elementi segneranno la fine di questa epoca. Il ciclo verrà chiuso". 

Oltre ai quattro ragazzi la Fogliacco ha inserito altri personaggi degni di nota come Kaya la sorella di Metis, Lisitea, l'ancella di Velia figlia del Re Ledha, gli Eremiti, Hodin la perfida figlia del Re Vaser. Lisitea ha un posto di rilievo nel racconto, si reputa molto fortunata quando viene scelta da Velia come sua ancella. Ciò vuol dire avere un tetto sulla testa per lei e il padre e un pasto caldo tutti i giorni. Le donne della servitù del castello, gelose della sua fortuna, la maltrattano. Lei le ignora, non può giocarsi il suo futuro per loro. Lì incontra anche Ferdinand, fratello di Velia. Lisitea con i due fratelli avrà un rapporto speciale tutto da scoprire. 
L'autrice è molto brava a descrivere i suoi personaggi e l'ambientazione in cui vivono. E' tutto molto suggestivo. E' interessante leggere dei rapporti tra i personaggi, delle lotte di potere, degli amori, delle invidie. Nonostante la sua giovane età la Fogliacco dimostra un'ottima padronanza linguistica, cosa da non sottovalutare e dare per scontata. Non so se a questo libro ci sarà un seguito ma spero che l'autrice non si fermi qui perché ha davvero un grande talento e sarebbe un peccato se smettesse di regalare storie a suoi lettori. Io sicuramente sarei molto felice di poterla leggere di nuovo!

🌟🌟🌟🌟/5🌟

sabato 19 ottobre 2019

#40 Presunzione

Buon sabato amici lettori, oggi in collaborazione con Thrillernord pubblico la recensione di Presunzione di Luca Mercadante.


Autore: Luca Mercadante
Editore: minimum fax
Pagine: 270
Genere: romanzo di formazione
Anno di pubblicazione: 2019

«Non ti stai perdendo niente, la vita vera non è adesso. La vita è dopo». Queste sono le parole che Bruno Guida si ripete tutti i giorni, come un mantra, mentre frequenta l’ultimo anno di liceo a Caserta e cerca di sottrarsi con ogni mezzo a un mondo che lo reclama. Odia senza requie il suo paese, Villa Literno; guarda con superbia alla provincia e ai cafoni che la abitano, ma anche ai vezzi e ai manierismi dei compagni di scuola arricchiti; soprattutto, non è disposto a seguire e assecondare gli sforzi ossessivi di suo padre, che da quando il fratello gemello, il mitico zio Piero, è scomparso senza lasciare traccia, si è convinto di avere di fronte un caso di «lupara bianca», una vittima della camorra, e si è spinto fino a istituire un’associazione per la legalità, a lui dedicata. Per Bruno il sarcasmo e l’isolamento sono l’unica arma di difesa possibile: mostrarsi presuntuoso, per evitare che altri presumano di poterlo ingabbiare e decidere della sua vita; sfidare tutto e tutti per mantenere vivo il sogno di essere «destinato a ben altro». E quando il mondo attorno a lui, a cominciare dalla sua famiglia, si sfalda, è forte la tentazione di vedere nella catastrofe una via di salvezza. Romanzo di formazione quasi classico, ambientato tra Caserta, il litorale Domizio e la Terra dei Fuochi, Presunzione racconta luoghi ben noti da una prospettiva nuova e tutta interna, incentrata su un ribelle senza ideologie precostituite, il cui unico, semplice desiderio, è di poter cominciare a vivere.

Presunzione è un romanzo di formazione che farei leggere nelle scuole, forse molti ragazzi potrebbero un po’ identificarsi con Bruno, il protagonista del libro. Bruno frequenta l’ultimo anno di liceo nella città di Caserta, è un ottimo studente e fa di tutto per concentrarsi molto sullo studio e poco sulla sua vita sociale. Il ragazzo non vede l’ora di andarsene da Villa Literno, paese in cui vive e da Caserta, non ama relazionarsi con i suoi coetanei, né con coloro che egli chiama cafoni né con i “figli di papà”. Il suo mantra è «Non ti stai perdendo niente, la vita vera non è adesso. La vita è dopo» ma così facendo Bruno si perde i suoi anni migliori, quelli fatti di spensieratezza, divertimento, incoscienza. La sua vita subisce un cambiamento notevole quando zio Piero, il fratello gemello del padre fa perdere le sue tracce. La madre di Bruno inizialmente pensa che sia partito per uno dei suoi viaggi senza far sapere niente a nessuno come è già successo in passato. Il fratello, invece, è sicurissimo che Piero sia morto, che sia un caso di “lupara bianca” cioè una vittima della camorra.
Ne è così convinto che per lui diventa un’ossessione tanto da istituire un’associazione per la legalità a suo nome. Per seguire questa idea il padre di Bruno trascura la sua impresa di costruzioni mettendo a rischio l’economia della famiglia, si preoccupa del figlio solo per quanto riguarda le sue frequentazioni, non vuole che esce con Quelli-llà, ossia gente legata alla camorra. Bruno non sopporta il clima che si respira in casa quindi fa di tutto per tornare a casa sempre più tardi o per non tornarci per niente. In fondo a lui lo zio Piero non manca per niente! Pur di non tornare a casa va bene tutto, anche socializzare con i suoi compagni di scuola. Inizierà a capire che forse la vita vale la pena viverla ad ogni età, anche se non si ama proprio tutto ciò che ci riguarda.
Bruno Guida è un ragazzo difficile da inquadrare, forse perché non sa neanche lui cosa vuole davvero dalla vita, l’età è quella dell’incertezza e dei dubbi sul proprio futuro. Oltretutto non ha più una guida, la madre e il padre sono concentrati sulla loro associazione e sulla volontà di trovare chi ha ucciso lo zio Piero. Bruno si sente smarrito ma in questo clima di smarrimento riesce a farsi degli amici e ad avvicinare Matilde, quella che tutti considerano una “ragazza facile”.
Il titolo del libro credo sia proprio azzeccato, Bruno ha la Presunzione di conoscere tutti e di sapere tutto, è presuntuoso e di conseguenza chiuso nelle proprie convinzioni, socializzando con i suoi compagni di scuola riuscirà ad aprirsi e a dare loro un’occasione?
Credo che Mercadante abbia creato un bellissimo personaggio con Bruno, un ragazzo pieno di sfaccettature e più complesso di quanto sembra. Spesso questa sua presunzione lo rende antipatico agli occhi del lettore ma così deve essere perché quando un personaggio ti provoca delle emozioni positive o negative vuol dire che l’autore ha fatto centro!
Ho apprezzato come Mercadante parla della camorra non parlandone apertamente, si riferisce a loro come a Quelli-llà, sono un po’ un’entità astratta che serpeggia nel paese e che infesta ogni cosa. Presunzione si legge davvero bene, è scorrevole e l’ironia non manca di certo. Il finale è stato inaspettato ma molto apprezzato.

L'AUTORE
Luca Mercadante è nato a Caserta e vive a Formia. Ha ricevuto la menzione speciale della Giuria della XXX edizione del Premio Calvino per il romanzo Presunzione. Per Einaudi ha pubblicato, con Luca Trapanese, Nata per te. Storia di Alba raccontata fra noi (2018).

Segnalazione: Possessive collection


Segnalazione: Possessive collection, si tratta di 4 romanzi in 1(Victory Storm, Melissa Castello e Josephine P).
È un cofanetto di dark romance uscito il 4 ottobre (solo in ebook).



Io ti possiedo 
(Melissa Castello & Josephine P) è un BSDM dark romanceLily non ha mai potuto contare su nessuno e ora che sua madre sta morendo di cancro, non sa a chi chiedere aiuto.
Nikos è a capo della multinazionale Zeck Technologies che comanda con fermezza e senza scrupoli. Per lui, l’unica cosa che conta è quella di avere sempre il controllo su tutto e tutti.
Quando s’incontrano, lui ne rimane affascinato e decide di aiutarla, ma mentre lei inizia a provare gratitudine e un nuovo senso di sicurezza sotto la sua ala protettrice, Nikos intuisce il potere che ha su di lei man mano che se ne prende cura.
Con il tempo queste sensazioni diventano più forti. L’attrazione fisica tra di loro comincia a non lasciare più nessuna via di fuga per entrambi. Lily si ritrova inaspettatamente ad amare quell’uomo così forte e sicuro di sé ma con un lato oscuro pronto a emergere, mentre Nikos sviluppa per lei una vera e propria ossessione che trova pace solo con il controllo e il desiderio che divampa tra loro ogni volta che sono vicini.
In un vortice di amore e passione, Lily scoprirà che non sarà facile stare con Nikos e per riuscire a donargli il proprio cuore dovrà iniziare una lotta contro lo stesso uomo di cui è innamorata.

Una relazione proibita 
(Melissa Castello) è un forbidden romance
Melody è una ragazza di ventitré anni, si è appena laureata con il massimo dei voti e sogna di diventare una professoressa di liceo.
Tuttavia è osteggiata dai suoi stessi genitori che la vedono troppo fragile, minuta e con un viso così angelico da somigliare più a una bambolina che a un mastino capace di ottenere rispetto da studenti che hanno pochi anni in meno di lei.
Dopo continue liti con il padre, alla fine Melody ottiene un incarico come insegnante in un liceo ben diverso da quelle scuole prestigiose e rispettabili a cui è abituata.
La situazione che le si parerà davanti sarà difficile da affrontare e l’unico appoggio che sembrava aver trovato in un collega, Shane Mallory, alla fine si rivelerà un grande errore perché quel giovane non è altri che uno dei peggiori studenti della scuola.
Imbarazzata da quell’equivoco, si ritroverà travolta dall’interesse del ragazzo, che nutre da subito per lei una vera e propria ossessione, tanto da spingerlo a comportamenti compromettenti per Melody e a mandare all’aria tutte le buone intenzioni della giovane.

 Sei nelle mie mani 
(Victory Storm) è un mafia romance
Quando Kendra decise di avvicinare Aleksej con l’inganno, sapeva di correre un grosso rischio perché quell’uomo era troppo spietato per perdonare e troppo potente per non fargliela pagare a caro prezzo al primo errore. Sarebbe bastato un passo falso e avrebbe perso ogni possibilità di ottenere ciò che voleva.
Passano mesi da quell’incontro e all’improvviso tutto crolla a causa di un tradimento che mette in pericolo la vita di Kendra e porta a galla tutte le sue bugie e falsità.
La resa dei conti è arrivata e Aleksej è pronto a distruggerla.
Ma proprio quando la riavrà tra le sue mani, scoprirà che la donna non si ricorda più nulla del suo passato.
Un passato che nasconde segreti che lui ha bisogno di conoscere.
Si troverà così a dover scegliere se vendicarsi o tenere quella donna pericolosa al suo fianco, stretta tra le sue spire, finché non riacquisterà la memoria.

La promessa del Principe 
(Josephine P) è un royal romance
Yvette era solo una ragazzina quando ha ricevuto in dono dalla nonna uno strano ciondolo a forma di serpente. Un gioiello misterioso, legato a una promessa che la donna non aveva mai mantenuto.
Dopo dodici anni, Yvette si ritrova sola, divisa tra una sorella capricciosa e un lavoro dequalificante, ma le cose stanno per cambiare…
Vašek ha sempre cercato di rimandare il giorno in cui avrebbe dovuto far fronte ai suoi doveri e onorare la promessa fatta a suo nonno, ma ormai non c’è più tempo. Si ritroverà così a cercare disperatamente la donna a lui destinata per portarla nel suo mondo e farla sua.

Segnalazione: Noah - the untouchable

Segnalazione: Noah - the untouchable di Vera Mej


Titolo: Noah - the untouchable
Autore: Vera Mej
Marchio: Hot Edizioni [Butterfly Edizioni]
Genere: erotic suspense
Collana: Suspense Love
Data di pubblicazione: 22 ottobre 2019
Prezzo: 3,99 € ebook [ in offerta a 0,99 € i primi tre giorni ]
Cartaceo disponibile a novembre
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited

Aurora, giovane di origini italiane, ha conosciuto l'amore e la sicurezza della famiglia, l'affetto e il sostegno incondizionato dell'amicizia. Ciò che le manca è un lavoro che la faccia uscire dalla monotonia di una vita ordinaria. L'occasione arriva quando viene scelta per affiancare come segretaria personale la famosa pittrice Natasha Petrovna. Non sa ancora che questo sarà solo l'inizio della sua discesa all'inferno... Lì, conoscerà il suo amante, l'enigmatico Noah Volkrov. I loro mondi entrano in collisione: lei, così pura e dolce, lui, buio e fredda arroganza. Noah, bellezza e perversione, incubo e passione, attrazione e crudeltà, porta in sé il seme del male. Nulla lo scalfisce e fa di tutto per farsi odiare, il suo cuore è una pietra. Nelle schegge di ghiaccio dei suoi occhi, un'anima traviata da un passato turbolento che non gli dà pace. Aurora sarà in grado di sconfiggere il male con la potenza del suo amore? Riuscirà a portare il perdono nella sua vita? Potrà divenire la sua resurrezione? Lui è deciso a non farsi toccare dove il gelo ha piantato le sue radici e lo fa sentire al sicuro e l'unica cosa che è disposto a concedere è il suo corpo, in una girandola di estasi e tormento, dove non c'è spazio per i sentimenti. 

mercoledì 16 ottobre 2019

Segnalazione: Chiamami soltanto amore

Segnalazione: Chiamami soltanto amore di Margherita Ascione in uscita il 18 settembre


Autore: Margherita Ascione
Editore: More Stories
Data di pubblicazione: 18 ottobre 2019
Genere: contemporary romance

Lorenzo e Guido appartengono a due famiglie nemiche che si contendono il primato delle aziende vinicole di Verona.
Famiglie che si fanno la guerra da generazioni.
Famiglie che si odiano.
E dovrebbero odiarsi anche loro, ma quando Guido comincia a lavorare per Lorenzo, i due instaurano da subito un legame particolare.
Laureato in un’università prestigiosa, colto e appassionato, Guido possiede le giuste caratteristiche per fare davvero la differenza in azienda, e Lorenzo decide di fidarsi di lui, andando contro i voleri della sua famiglia.
Non sa ancora che Guido custodisce un segreto, sempre più difficile da tenere nascosto man mano che il loro rapporto si intensifica.
Saranno in grado di andare contro le convenzioni, imparando a conoscersi e a rispettarsi, mettendo in discussione se stessi e le proprie radici?

La storia di Lorenzo e Guido, come quella di Romeo e Giulietta, vi farà trattenere il respiro fino alla chiusura del sipario.

martedì 15 ottobre 2019

Segnalazione: Amore, bugie e altri guai

Segnalazione: Amore, bugie e altri guai di Amanda Foley e Simona Friio


Autrici: Amanda Foley e Simona Friio
Editore: More Stories
Pagine: 192
Data di pubblicazione: 10 ottobre 2019
Genere: romance

Rebecca, ex editor di successo, dopo il licenziamento è costretta ad accettare l’unica proposta di lavoro che le viene offerta: la sostituzione di maternità in una piccola casa editrice a Venezia. L’impatto iniziale con la laguna è disastroso. La forte umidità, gli odori salmastri che fuoriescono dai canali e l’acqua alta mettono a dura prova la pazienza di Rebecca, decisa a tornare quanto prima a Milano tra le braccia del suo fidanzato Marcello.
Nella casa editrice, però, conosce Greta, una ragazza vivace e ciarliera dai capelli verdi. Trascinandola da un bacaro all’altro, Greta riesce a farla innamorare di Venezia, convincendola anche a partecipare a un corso per imparare le antiche ricette veneziane. In una cucina calda e accogliente, donne molto diverse tra loro scoprono di avere più cose in comune di quanto credano.

Tra lo sfrigolio del burro, la farina e qualche bicchiere di vino, Rebecca ascolterà le loro storie e grazie alle loro risate, alle lacrime, alle confessioni e gli enigmi, riuscirà a capire meglio se stessa, scegliendo finalmente il suo posto nel mondo.

Un regalo sotto l'albero: Adrenalin di Emma Altieri

Un regalo sotto l'albero: Adrenalin di Emma Altieri Ryan sta per realizzare il suo sogno: correre per la Ducati Corse. Q...