mercoledì 20 novembre 2019

Un regalo sotto l'albero: Adrenalin di Emma Altieri


Un regalo sotto l'albero: Adrenalin di Emma Altieri


Ryan sta per realizzare il suo sogno: correre per la Ducati Corse. Quando però trova Jamie Pedrini sulla sua strada, tutto diventa più difficile. È lei l'ingegnere 
collaudatore della sua moto e lui non può accettare che una donna abbia fra le mani il suo futuro. Tuttavia, l'amore per le moto li accomuna e fin dal loro primo incontro
avvertono una forte attrazione pronta a deflagrare, ma gli ostacoli che hanno davanti sono molti.
Riusciranno a mettere da parte l'orgoglio e i pregiudizi per collaborare nella riuscita del loro sogno?
Jamie e Ryan infrangeranno il muro del suono alla velocità della loro passione e vi 
conquisteranno a suon di chilometri sulla pista.



ESTRATTI


Volevo fosse mia come non avevo mai desiderato nulla nella mia vita. Paige aveva ragione, mi
stavo prendendo per il culo, ma Jamie cosa provava per me? Era quello il pensiero che non mi
abbandonava mai: la paura che effettivamente io per lei fossi stato solo uno dei tanti che le scaldava
il letto; magari davvero lei pensava che tra noi fosse un bene che esistesse una storia; io ero solo lì
a portata di mano quindi, al momento, era la soluzione più logica e facile.



«Jam...se non ti bacio subito IO divento matto.»
Senza nemmeno attendere che avessi qualcos’altro da obiettare annullò la distanza tra di noi
posando dolcemente le sue labbra sulle mie. Eravamo sconsiderati, irresponsabili, ma, in quel
momento, volevo solo un istante con il mio uomo: un solo bacio, come se fossimo due ragazzi
normali e non due fenomeni da baraccone, costantemente sotto i riflettori.

L'AUTRICE
Emma Altieri è uno spirito libero, sempre in cerca di una meta definitiva per mettere
radici. Nasce in Italia, al nord, ma poi viaggia per gran parte della sua vita fino a quando conosce quello che ora è suo marito e decide di fermarsi. E’ sempre stata attratta dalla scrittura, fin da bambina. Negli anni dell’adolescenza ha scritto numerose poesie in cui ha racchiuso tutti i suoi sentimenti. In età adulta ha deciso di mettere alla prova le sue capacità iniziando con brevi racconti e FanFiction su EFP fino a decidere di buttarsi nel mondo del self-publishing e provare a pubblicare i suoi romanzi, rimasti per anni
racchiusi nei cassetti. Il 25 settembre del 2017 ha autopubblicato “Adrenalin” (Smartness Series), il suo romanzo d’esordio, primo di una dilogia. Il 20 ottobre del 2017 pubblica, sempre in self-publishing, “Scars – Frammenti di noi” scritto a quattro mani con Catherine BC. Il 26 Marzo 2018 pubblica “Restless” capitolo conclusivo della dilogia della Smartness Series.
Il 24 novembre 2018 pubblica lo spin-off della Smartness Series, intitolato “Mistake”. Il 23 dicembre 2018 pubblica una raccolta di racconti natalizi in collaborazione con Catherine BC, intitolata “Lovin Xmas”. Il 15 maggio 2019 ha pubblicato la novella intitolata “Vita, storie e pensieri di una ALIENA”.
Il 29 giugno, in anteprima al “Festival del Romance Italiano” presenta Wounds-African Scars, scritto anch’esso a quattro mani con Catherine BC e seguito di “Scars-Frammenti di noi”.

Pop In A Box rivela il lancio di due nuovi Pop! Esclusivi per Black Friday, 29 Novembre 2019



Quest’anno, il miglior Black Friday per tutti i fan dei Funko Pop! è su Pop In A Box! Venerdì 29 Novembre 2019 non una ma ben due nuove uscite di Pop! Esclusivi Pop In A Box vi aspettano per celebrare il gran giorno di super offerte!
Le due nuove esclusive Pop In A Box di Black Friday sono due nuovi Pop! mai visti prima, e ancora non usciti sul mercato. Le loro identità non sono ancora state svelate, ma tenete d’occhio gli account social di Pop In A Box a partire dal 25 Novembre per eventuali teaser!

Visto l’incredibile successo delle precedenti Esclusive di quest’anno, si raccomanda assoluta celerità al lancio per assicurarsi la propria copia di questi due tesori! L’esclusiva Marvel sarà disponibile alle 06:00 del mattino del 29 Novembre 2019 e l’Esclusiva Disney sarà disponibile alle 18:00 del 29 Novembre 2019. Si prevede che termineranno molto rapidamente in giornata!
Insieme a questi nuovi lanci esclusivi, alcune delle Esclusive più amate di quest’anno saranno nuovamente disponibili in quantità molto limitata in occasione di Cyber Monday (2 Dicembre 2019). Agent Venom con probabilità di Chase Anti-Venom sarà disponibile in stock per tutti I client. Pinocchio sarà disponibile in stock nel VIP shop, per abbonati di tutti I piani mensili e un’altra sorpresa Disney Esclusiva potrebbe apparire in quantità molto limitata il 2 Dicembre 2019!
Mentre aspettiamo questo fatidico weekend di fuoco, potete approfittare di tutte le offerte Black Friday Pop In A Box presenti sul sito. Ne stiamo lanciando una ogni settimana a partire dal 1 Novembre, per garantire ai nostri clienti un intero mese di sconti! Tutte valide fino al 4 Dicembre!
I super sconti si applicano a una vasta gamma di articoli Funko tra cui Pop!, Pop! Rides, 5 Star, Portachiavi e tanto altro!
Le offerte di Black Friday già attive includono fino al 75% per Pop! di TV e Movies, fino al 65% per Pop! Disney e fino al 60% per Pop! Games e Animation! L’offerta di questa settimana sarà su una incredibile gamma di Pop! Marvel e sarà attiva a partire da Venerdì! Per tutte le offerte di Black Friday non è necessario codice sconto. Rimarranno tutte attive fino al 4 Dicembre. Maggiori informazioni sulla Pagina Black Friday di Pop In A Box!

Un regalo sotto l'albero: Il Cristallo della Luce di Claudia Piano


Un regalo sotto l'albero: Il Cristallo della Luce di Claudia Piano




Ciao, mi chiamo Melissa, Mel per gli amici. Ho tredici anni e abito nella bellissima casa padronale in cima alla collina chiamata “La Casa del Pino”, assieme a nonna Ortensia e a molte altre cugine e consorelle.
La mamma è scappata di casa quando aveva poco più di quindici anni e, adesso che ne ho compiuti tredici, la nonna mi tiene d'occhio come un falco, anzi come un piccione… Poi vi spiegherò.
Lei e la mamma si odiano, praticamente non si parlano da anni, solo perché la mamma non ha mai voluto accettare il nostro stile di vita.
Ah, dimenticavo, noi siamo Streghe.

Un’antica leggenda delle Streghe narra di un medaglione chiamato “Il Pentacolo della Vita” che esiste solo nella dimensione magica. La Sacra Magia Naturale lo dona alla Strega prescelta che dovrà combattere per mantenere l’equilibrio.


Un Cristallo di Luce per
combattere l'Oscurità,
uno Azzurro per proteggere la Congrega,
uno Rosso per rafforzare il potere,
uno Viola per il dono della guarigione,
uno Verde per infondere coraggio.

Durante la festa di Halloween, Mel rischia di essere rapita, non è la prima Strega e non sarà l’ultima.
Chi si cela dietro ai rapimenti? E a chi verrà donato il Sacro Medaglione per ristabilire l'equilibrio nella Magia?

La Serie "La Casa delle Streghe" è composta da cinque romanzi indipendenti che raccontano le storie di diverse Streghe.
"Il Cristallo della Luce" è il primo romanzo;
"La Gemma Azzurra";
"Il Rubino di Fuoco";
“La Pietra d’Ametista”;
“Il Cuore di Giada” (prossimamente)




ESTRATTO

E ora due parole su nonna Ortensia: non immaginatevi una cara dolce nonnina che fa la maglia e passa le giornate a ricamare. Lei è il capo della nostra Congrega e fa parte delle Anziane, è sempre impegnatissima e oppressa da mille problemi, segreti e misteri. Sembra anche molto più giovane di quanto sia in realtà, tra i suoi capelli rossi si intravede qualche raro filo bianco e il suo viso è ancora fresco e liscio, il tutto senza fare ricorso a nessuna magia. “Una vita sana rende più belli dentro e fuori” dice sempre. È severa e tutti la temono e il fatto che io sia sua nipote non conta proprio nulla, vengo trattata come tutte le altre, anzi forse da me pretende sempre un qualcosina di più.
E non fatevi trarre in inganno dal suo nome. L’ortensia è un fiore velenoso, tra i suoi componenti molecolari c’è l’acido cianidrico, quello usato nelle camere a gas dai nazisti, me lo ha detto Erica, lei sa sempre tutto, lo ha letto in biblioteca.
Il nome di una Strega è molto importante perché rappresenta il suo potere peculiare e la nonna è in grado di uccidere, probabilmente lo ha già fatto.

L'AUTRICE
Mi chiamo Claudia Piano e abito in un piccolo paesino nell'entroterra di Genova, immerso nel verde. Sono sposata, ho due figli, un coniglio e un gatto.
Adoro leggere, suonare e non posso fare a meno di sognare. Invento storie da sempre e ho iniziato a scrivere quando andavo ancora a scuola. All'epoca ho partecipato ad alcuni concorsi letterari, ricevendo segnalazioni e anche un terzo premio nazionale. Poi il lavoro, il matrimonio, i figli... si sono impossessati della mia vita.
In questi ultimi anni ho insegnato musica nelle scuole elementari, conducendo i bambini in questo fantastico e magico mondo, questa attività mi ha aiutata a ritrovare l'ispirazione e il desiderio di tornare a scrivere. Attualmente faccio laboratori gratuiti di scrittura creativa nelle scuole secondarie di primo grado (#armonialatuastoria); tengo lezioni di Tai Chi Chuan in una palestra qui in zona. E, ovviamente, scrivo.
Che cosa ho scritto:
La saga di Armonia, un luogo ideale dove la musica influenza la vita senza turbare l'equilibro perfetto della natura; è composta da quattro romanzi principali: La Melodia Sibilante, La Melodia Rivelatrice, La Melodia Dominante, La Melodia Creatrice e La Melodia Vincolante, un prequel; Diana e Filippo (raccolta di tre spin-off) e I Racconti di Armonia (episodi e tre sequel). La Melodia della Luce e dell'Ombra è il nuovo romanzo, seguito della saga principale.
Tre romanzi contemporanei: Cuori Confusi, Naufraghi e Canta Per Me.
Ho provato anche il brivido della fantascienza: Interferenze - racconti dall'infinito e Il Cielo di Titano (romanzo).
Ho partecipato a due antologie benefiche: una a favore dell'AIRC, "A Natale ti regalo l'Amore" e una a favore delle popolazioni terremotate, "Veglia". La Melodia Sibilante ha ricevuto diverse segnalazioni ed è arrivata tra i 19 finalisti del concorso letterario Sanremowriters 2015. I miei ebook hanno avuto più di 3000 download solo nel primo anno e adesso abbiamo superato i 14.000!
Ho pubblicato, con gli amici della Coedit, una nuova saga urban fantasy ambientata in Liguria: Dark Sea che comprende : Il Regno Sotterraneo e Il Regno del Mare. Il Terzo Regno è la conclusione della storia.
Per Halloween 2018 ho pubblicato La Casa delle Streghe, un racconto che introduce una nuova serie a cui sto lavorando; sono cinque romanzi indipendenti, avventure conclusive con protagoniste principali differenti, ma legati tra loro: Il Cristallo della Luce, La Gemma Azzurra, Il Rubino di Fuoco, La Pietra d'Ametista (novità dicembre 2019) e seguirà prossimamente Il Cuore di Giada.
Per saperne di più, visita il mio sito: clauda-piano-autrice.webnode.it.

martedì 19 novembre 2019

Un regalo sotto l'albero: Stay with me di Abbye J Leen


Un regalo sotto l'albero: Stay with me di Abbye J Leen


Cristina è un'adolescente quando è costretta ad abbandonare la sua solare e vivace Cittadina. La sua infanzia, seppur fatta di parecchie privazioni, è il ricordo che custodisce più dolcemente dentro lei. E' in uno dei momenti difficili della sua vita che incontra gli occhi più belli e verdi che abbia mai visto, quegli occhi si posano proprio su lei e il suo cuore, giovane e bisognoso d'amore, inizia a battere all'impazzata. Il sorriso di Ferdinando sembra sincero, come l'amore che lei prova per lui. Presto però Cristina si renderà conto che non sempre le cose sono come sembrano e che molto spesso dietro una facciata impeccabile si nascondono verità inquietanti. Costretta a far perdere le sue tracce, troverà un po' di amore e vivacità in quella città che è inizialmente le sembrerà solo grigia e cupa, come quello che si è lasciata alle spalle. Jamie ha diciannove anni quando perde una parte di sé. La sua vita, serena, felice, piena di musica e vivacità viene bruscamente catapultata nel buio quando la sua gemella viene uccisa. Distrutto dal dolore e dai sensi di colpa fugge da Londra e da quella sofferenza profonda che gli attanaglia il petto. È ormai un uomo quando torna dalla famiglia, quando decide che per lui è arrivato il momento di tornare ad essere il ragazzo di un tempo. Quel ragazzo che amava stare in famiglia, adorava la musica e andare in moto. Jamie si innamora, per la prima volta in vita sua; quando gli occhi neri e profondi di Cristina incrociano i suoi il suo mondo si capovolge e la voglia di tornare quello di un tempo si intensifica ancor di più. Custodi di segreti e dolori passati, i due faranno fatica a trovare il giusto equilibrio, soprattutto quando le verità di entrambi verranno a galla. Riuscirà Cristina a vincere le sue paure e i suoi dolori? Jamie avrà la forza di affrontare i propri fantasmi? Il suo amore sarà abbastanza forte da superare le paure, combattere contro vecchie ferite e proteggere la donna che è custode di un grande dolore?
Stay With Me parla di violenza, fiducia e amicizia. Di come anche l'animo più ferito può essere in grado di risanarsi grazie all'amore.

ESTRATTI

Inizio a divorare la sua bocca mentre lui fa lo stesso con la mia, con le mani segue dolcemente la linea del mio corpo, affonda le dita tra la pelle dei miei fianchi e io inarco istintivamente la schiena emettendo uno strano grugnito. Non mi era mai successo prima. «Cristina», sussurra tra le mie labbra mentre sfrega il suo corpo al mio. Scosta le coperte e apro le gambe per accoglierlo, voglio sentire bene l’effetto che gli faccio, voglio sentire il suo corpo sul mio e lo sento. È meraviglioso. Accarezzo il suo corpo mentre le nostre lingue danzano in sintonia perfetta, Jamie fa un verso gutturale quando la mia mano sfiora i suoi jeans e l’elastico dei suoi boxer. «Cristina, non riuscirò a resistere molto se continuiamo così», la sua voce è roca e il respiro affannoso. Ma nessuno qui vuole che si fermi, lo attiro a me baciandolo ancora. Mi aggrappo al suo corpo strofinando la parte più sensibile di me alla sua, siamo totalmente presi l’uno dall’altra. Le sue mani scorrono delicatamente sotto la maglietta trova i miei seni e inizia a torturarli dolcemente. Sono totalmente persa in lui, nelle sue carezze e nei suoi baci tanto che, quando Suzanne fa irruzione in camera mia bloccandosi davanti alla porta, non me ne accorgo nemmeno. «Oddio!» urla. Jamie si ferma, mi guarda per un secondo negli occhi e mi pianta un lieve bacio sulle labbra, scivola giù al mio fianco mentre io cerco, invano, di riprendere aria.




Quando mi sbatte con forza contro le fredde mattonelle del suo bagno, sono pronta a riceverlo. «Guardami», mi ordina. Le nostre intimità si fondono con forza lasciandomi senza fiato. I suoi occhi fissi nei miei mi fanno venire la pelle d'oca. «Ti amo», mi dice continuando il suo attacco su me, mi bacia il collo, morde le spalle, il lobo, il mento... «Dimmelo», ansima accarezzando il seno, stuzzicando i capezzoli con le dita, «ho bisogno di sentire cosa provi per me, piccola, ti prego». Mentre le mie dita si insinuano tra i suoi capelli e li tirano delicatamente, poso le mie labbra sulle sue, baciandolo con tutta la passione che ho, ma lui si ferma. Il ritmo non rallenta, cessa. Indispettita gli mordo il labbro inferiore e cerco di muovermi, voglio sentirlo ancora. «Cosa fai?» dico facendo finta di mettere il broncio, l'acqua scivola dolcemente sui nostri corpi. «Cosa c'è?» chiede. Lo guardo per un attimo sbattendo le palpebre, non capendo cosa sia successo. Perché cavolo ti sei fermato? «Cristina, ho bisogno di sentirmelo dire», dice piano. «Sai che ti amo, da morire, ma adesso... muoviti, per favore». Quando riprende a muoversi dentro me lo fa lentamente, con dolcezza, ma c'è anche incertezza in lui, ed è strano, visto quanto è sicuro di sé. Quando tiro i suoi capelli per farmi guardare negli occhi gli ricordo quanto lo amo ancora una volta, lo rassicuro stringendo le cosce intorno alla sua vita, gli sussurro che lo amerò per sempre, che è l'uomo della mia vita. Jamie spinge con impazienza, mi dice cose sconce che mi fanno eccitare sempre più, mi venera e rassicura perché in questo momento abbiamo solo bisogno di confermare i nostri sentimenti.


lunedì 18 novembre 2019

Un regalo sotto l'albero: Ad ogni mio battito di cuore di Michela Soprano


Altra segnalazione per l'evento natalizio Un regalo sotto l'albero: Ad ogni mio battito di cuore di Michela Soprano.


Marta Levis, una giovane donna a capo di una grossa azienda la Levis Corporation. Donna capace, brillante
e autoritaria sul posto di lavoro, ma anche gentile e amorevole nel privato. Dopo la morte del padre sarà la
sua migliore amica Katy a farle mantenere un contatto con il mondo che la circonda, grazie ai suoi modi un
po' stravaganti. La routine di Marta verrà stravolta, ancora una volta, dopo aver incontrato Stephan. Un
uomo che susciterà in lei sensazioni mai provate prima. Una storia fatta di passioni risvegliate, gelosie,
tradimenti e colpi di scena che metteranno Marta in difficoltà più e più volte. Amanti e fidanzati del passato
torneranno a guastare il presente. Riuscirà Marta ad avere il suo lieto fine? Riuscirà finalmente a scoprire
che sapore ha il vero amore…quello folle, passionale, intimo in ogni sua sfaccettatura, quello che ad ogni
battito di cuore ti toglie il fiato.

ESTRATTI

Allunga la mano e la posa sulla mia. "Se ho detto qualcosa che ti ha offesa in qualche modo mi
dispiace. Non era mia intenzione".Vengo travolta dal suo profumo. Lo respiro. Lo faccio mio.
Quattro secondi dentro, due secondi fuori. Chiudo gli occhi, ed eccole quell’emozioni di cui mio
padre mi raccontava. Battito accelerato, sfarfallio nello stomaco, un brivido d’eccitazione,
emozioni.

La sua erezione preme vogliosa su di me e basta questo a farmi contrarre nel basso ventre. "Se
vuoi che mi fermi basta… " Non gli do modo di finire che la mia bocca è sulla sua. Mi afferra e
mi fa sedere sul tavolo. Gli circondo la vita con le gambe spingendolo più vicino a me. Le mani
vanno ovunque, toccano, palpano, stringono. Le lingue si reclamano, danzando in un vortice di
lussuria e desiderio. Sospiri e gemiti riempiono il silenzio che ci circonda.

Mi fa incavolare il fatto che a potere sulle emozioni; le accende e le spegne a suo piacimento, mi fa
incavolare e poi eccitare con una rapidità incomprensibile. "Sto perdendo la pazienza". Si gira
all’improvviso e mi inchioda con il suo sguardo penetrante. "Non è vero". Mi gira in torno, in
modo che adesso sono io a dare le spalle a lui. Mi tiene ferma con le sue mani sui fianchi e aderisce
il suo corpo al mio in un unico pulsante e vibrante essere. "Non è vero che stai perdendo la
pazienza biondina, anzi tutto questo ti eccita. Io ti eccito Marta, non negarlo". "Smettila". Ma è
davvero quello che voglio? 

L'AUTRICE
Michela Soprano nata il 17 febbraio 1990 a Velletri in provincia di Roma. Diplomata in perito informatico e successivamente qualificata Onicotecnica.
La sua passione per la lettura l’ha portata a cimentarsi con la scrittura. Figlia di due genitori a cui vuole un gran bene; sorella di due uomini forti che ama; la zia pazzarella e rompiscatole di quattro nipotine fantastiche e moglie di un uomo che non cambierebbe per tutto l’oro del mondo. Si reputa una persona semplice e con dei valori che le sono stati tramandati dalla sua famiglia e che vorrebbe trasmettere poi un giorno ai suoi figli. Lavora come collaboratrice familiare. Ama cucinare. Amichevole, scherzosa, amorevole ma anche permalosa, testarda e caparbia. Non si accontenta di ciò che la vita le ha riservato, cerca sempre di reiventarsi e crearsi un mondo tutto suo.

Un regalo sotto l'albero: Un amore di pasticcino di Roberta Damiano


Questa volta vi parlo di Un amore di pasticcino di Roberta Damiano




“La mia vita è scondita come i piatti che mangio”. Sophie era grassa, non si piaceva e dopo essere stata rifiutata dal suo migliore amico decide di gettare la ciccia dentro un bidone della spazzatura e chiudere il suo cuore all’interno di un cassetto, sigillarlo e non farlo uscire più. Il suo dolore d’amore la porta a cambiare vita e a diventare più magra. Però dopo tanti sacrifici i suoi genitori le regalano un corso di pasticceria e Sophie non solo cercherà di non combinare pasticci in cucina, ma dovrà anche trattenersi dall’affondare di nuovo nell’ingordigia. Peccato che i suoi tentativi sembrano venire sventati a causa del pluristellato pasticciere nonché perfettino Nathan MacKenzie che per tutta la durata del corso subirà i peggiori assaggi della sua vita! Ma tra i due scoccherà l’amore.

ESTRATTO

"Le nostre lingue si incontrarono per un primo benvenuto e poi cominciarono a scontrarsi battagliere. Il fiato si accelerò a entrambi. Sospiri e gemiti sembravano sincronizzati. Fece scivolare le mani sul mio sedere e mi spinse contro il suo corpo caldo e in tensione. La foga del bacio lo eccitò e colta da un momento di panico tirai indietro la testa per raffreddare i bollenti spiriti. Poggiai la fronte contro il torace di MacKenzie e cercai di regolare il respiro. Il petto del pasticciere si alzava e abbassava velocemente e sulla fronte sentivo le vibrazioni del suo cuore che batteva ad un ritmo intenso e accelerato. Mi ritrovai a pensare che il vero Nathan baciava meglio del mio sogno. Molto meglio. E il suo sapore, accidenti! «Hai il sapore dei tuoi occhi» mi sfuggì dalle labbra, invece di tenerlo per me. 
«Di cosa sanno i miei occhi?» Sentii il petto vibrare per la sua risata cristallina. 
«Di menta» risposi."


L'AUTRICE
Roberta Damiano nasce a Pantelleria nel 1991. Ama l’arte e il disegno; ancora adesso si ritrova con una matita in mano o una tela da dipingere. Inoltre è un’appassionata lettrice in quanto ama le sensazioni e le emozioni che trasmettono le parole. Forse è grazie a questo che da qualche anno ha scoperto il piacere della scrittura dando origine nel 2014 al romanzo fantasy La Leggenda del Lago di Kraos. Mesi dopo la pubblicazione divide il suo tempo tra la stesura di Un Amore D’AltaModa, primo volume della serie L’amore è un sogno, e gli studi per qualificarsi e successivamente specializzarsi in ambito Estetico nel 2016. Negli anni successivi pubblica Un Amore di Farfalla e Un Amore di Pasticcino.

#45 Castelli di sabbia

Buongiorno, oggi pubblico la recensione di Castelli di sabbia di Alice e Claude Askew. Ringrazio la Casa Editrice Scrittura & Scritture per avermi omaggiata della copia cartacea. 


Autori: Alice e Claude Askew
Traduzione: Sabina Ferri 
Editore: Scrittura & Scritture
Collana: VociRiscoperte
Pagine: 272
Data di pubblicazione: 12 settembre 2019
Genere: Romanzo Storico

Maggie Carvel trascorre un’esistenza tranquilla nel villaggio inglese di Sandstone, con l’amico del cuore Howard fino a quando non capita per caso nella sua vita Pierce Maloney, un irruente e affascinante gentiluomo irlandese. Ha così inizio un sogno di felicità: l’amore passionale di Pierce, i suoi modi raffinati, porteranno la giovane donna inglese in Irlanda. Nell’Isola di Smeraldo, selvaggia e conturbante, Maggie vivrà tra le mura di un grande castello. Conoscerà la vera indole irlandese ma anche i segreti della famiglia Maloney, incontrando ostacoli e pregiudizi che metteranno a dura prova il suo carattere e la sua crescita come donna.
Un romanzo, nelle atmosfere e nello stile, alla Jane Austen, dove amore, passione, sregolatezza e sentimento convivono con la ragione, il sacrificio e la sensibilità.

Maggie Carvel come ogni giovane donna sogna di sposarsi e formare una famiglia, lei che una famiglia tradizionale non l'ha avuta perché è stata cresciuta dalla zia Anna.

"Era orfana; unico rampollo di una coppia imprevidente, aveva perso tutti e due i genitori, falciati dal colera in India, quando lei era ancora piccolissima. Anna Carvel, sorella nubile di Reginald Carvel, aveva adottato Maggie e l'aveva tenuta con sé nella sua casetta all'estremità del villaggio di Sandstone. Qui, per oltre ventitré anni, Maggie aveva trascorso una vita tranquilla, anche se un po' monotona". 


Quando il suo grande amico Howard se ne va in cerca di fortuna, Maggie rimane profondamente amareggiata per la sua mancata richiesta di matrimonio, per averla illusa sul suo amore anche se non si era mai dichiarato apertamente. Cosa penserà il villaggio di Sandstone? Avrà pietà per lei, per essere stata abbandonata?
Lo sconforto ha vita breve perché, come fosse sceso dal cielo nel momento più opportuno, fa la sua comparsa Pierce Maloney, giovane gentiluomo irlandese, affascinante e intraprendente. Maggie non resiste alle sue lusinghe e promesse di vita agiata così accetta di sposare Pierce e diventare la regina del Castello di Glenns che appartiene alla famiglia Maloney da diverse generazioni. Quando Maggie fa il suo arrivo in Irlanda si accorge che Pierce non é stato del tutto sincero con lei. Cosa le riserveranno il Castello di Glenns e l'Irlanda?

"Amore e ricchezza erano a portata di mano. Stava per diventare la regina del cuore di Pierce Maloney, e anche del suo castello irlandese. E dimenticava che esistono anche quelli che si chiamano castelli in aria; che esistono anche castelli costruiti sulla sabbia".

Nella cornice di un'Irlanda selvaggia e ammaliatrice, Maggie impara a conoscere Pierce con i suoi pregi e difetti, il suo essere irlandese dalla testa ai piedi; fa del Castello la sua nuova casa cercando di lasciare la sua impronta. Qui Maggie vivrà momenti molto felici ed incontrerà diversi ostacoli che metteranno a dura prova il suo essere donna. Si farà degli amici ma potrà anche sempre contare sulla zia Anna che è per lei il suo dolce rifugio. 
Castelli di sabbia ha il fascino dei racconti di Jane Austen e delle favole con le quali siamo cresciuti. L'Irlanda fa da sfondo incantevole a questa storia coinvolgente e ricca di spunti di riflessione. Gli autori con la loro ironia e la loro prosa diretta ed efficace riescono a coinvolgere il lettore fin dalle prime battute di questa storia. Vediamo Maggie crescere come donna sfidando pregiudizi e affrontando gli ostacoli che la vita le riserva acquistando sempre più consapevolezza del suo essere donna. Facendo dei "castelli di sabbia" una metafora di vita, i coniugi Askew mostrano al lettore come i sogni si possano sgretolare in un attimo e come la vita in un momento ti possa apparire radiosa e il momento dopo la più difficile delle sfide. 
Consiglio Castelli di sabbia a chi ama Jane Austen, l'Irlanda e a chi ama sognare tenendo però sempre un piede ancorato a terra.

🌟🌟🌟🌟/5🌟

GLI AUTORI
Alice (1874 -1917) e Claude (1865-1917) Askew, coniugi e acclamati scrittori londinesi, hanno scritto a quattro mani numerosi romanzi pubblicati in serie sui più importanti quotidiani dell’epoca, dando vita a una proficua collaborazione che li unì per tutta la vita.
Arrivò il successo con il romanzo The shulamite, prodotto dalla Paramount Pictures per un film muto col titolo Sotto la frusta, diretto da Sam Wood e interpretato da Gloria Swanson.
Ebbero una vita anche avventurosa, viaggiando spesso per il mondo in pieno conflitto mondiale; fu appunto fatale per entrambi uno dei loro innumerevoli viaggi.
Nell’ottobre del 1917, il piroscafo “Citta di Bari”, sul quale la coppia viaggiava verso Corfù, salpato da Taranto, fu colpito da un siluro tedesco, e affondato.
Il corpo di Claude non venne mai ritrovato, mentre quello di Alice fu rinvenuto sulla spiaggia dell’isola di Korcula.
La scrittrice venne riconosciuta per i telegrammi e i documenti che portava addosso. È stata sepolta lì, il 30 ottobre 1917; solo una croce di pietra a ricordarla.

Un regalo sotto l'albero: L'isola dei demoni di Ilaria Vecchietti


Buongiorno, il blog partecipa alla bellissima iniziativa natalizia Un regalo sotto l'albero in collaborazione ad altri blog per farvi conoscere nuovi autori e nuovi libri. Magari riusciremo a darvi qualche consiglio per un bellissimo regalo libroso!

Credete nel destino?
È immutabile o si può cambiare?
Qualunque sia la vostra opinione, sappiate che i destini di un giovane orfano, di una ragazza in cerca di vendetta, del figlio del sovrano del regno, di una principessa esiliata e di un guerriero potentissimo, si intrecciano tra loro e alla profezia più terrificante di Isola.
Riusciranno insieme a svelare i misteri, a portare alla luce la verità e a riconoscere gli amici dai nemici?
E soprattutto sapranno compiere la profezia, salvando il loro mondo e loro stessi?

L'AUTRICE

Ilaria Vecchietti è nata il 19 Agosto 1988 in provincia di Vercelli, nella bella Valsesia, una lunga vallata percorsa dal fiume Sesia fino ai piedi del Monte Rosa.
Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale, Laurea in Scienze dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro con una tesi in Diritto Penale del Lavoro.
Grazie a sua mamma è cresciuta in mezzo ai libri. Fin da piccola, quando le raccontava le fiabe, ha fatto in modo che si appassionasse alla lettura.
Legge diversi generi, ma il suo preferito è il fantasy, in tutte le sue sfumature.
Ha scoperto per caso che le piace anche scrivere, e da quando l’ha scoperto non si è più fermata nell’inventare storie e avventure.
Il suo romanzo d’esordio è L’Imperatrice della Tredicesima Terra (2016), edito Aletti Editori.
Si tratta di un fantasy autoconclusivo dove la protagonista, oltre salvare il suo mondo, deve ritrovare se stessa.
Da giugno 2016 ha aperto un blog letterario dal nome Buona lettura, dove pubblica principalmente recensioni dei libri che legge, ma non solo, segnala le nuove uscite (sia da parte di case editrici e sia di autori esordienti autopubblicati) e anche eventi librosi o interviste.
Il 24 luglio 2017 in collaborazione con Claudia Piano (autrice di molti romanzi, fra cui spicca Armonia Saga) e altri autori, ha pubblicato una raccolta di racconti fantasy facente parte del mondo di Armonia Saga, dal titolo Un giorno ad Armonia, (il suo racconto si intitola: La Sinfonia Incatenante).
Il racconto prende in prestito i personaggi inventati da Claudia e li porta in un mondo nuovo.
A novembre 2017 pubblica tramite Amazon il secondo romanzo fantasy: L’Isola dei Demoni.
Un'altra storia autoconclusiva dove le vite di vari personaggi si intrecciano e, superando il loro passato, dovranno salvare la loro terra.
Il 21 luglio 2018, sempre in collaborazione con Claudia Piano, esce la seconda raccolta di racconti fantasy Un giorno ad Armonia – Vol. 2 (il suo racconto si intitola: La Valle del Tempo Perduto).
Prendendo ancora in prestito i personaggi della saga di Armonia, Ilaria li coinvolge in una ricerca miracolosa per salvare il mondo della Musicomagia.
L’ultima chance…, pubblicato il 13 marzo 2019, è il primo racconto di Ilaria che si discosta totalmente dal genere fantasy da lei prediletto e si avvicina al romance, sotto forma prevalente di un lungo monologo della protagonista, anche se il finale appartiene alla fantascienza apocalittica. Il tema principale rimane in ogni caso l’amore che vince su ogni cosa.
Sempre nel 2019 partecipa alla terza raccolta di racconti a cura di Claudia Piano, Un giorno ad Armonia - 2019 (il suo racconto di intitola: Dove sono finiti i colori?).
Usando nuovamente i personaggi della Saga di Armonia, Ilaria li fa compiere una missione su un Pianeta al centro dell'Universo e dovranno ritrovare i colori.

ESTRATTO

Il viaggio per raggiungere Roccia – capitale della Terra del Nord – durò settimane e per tutto il tempo Elia continuò a pensare a com’era stato fortunato ad aver avuto la possibilità di diventare guerriero. Infatti non tutti potevano accedere a quella particolare carriera militare, la condizione principale era avere il Dono di una delle Quattro Sorelle – divinità di quella magica, sperduta e sconosciuta terra che si trovava in mezzo alla Grande Acqua, chiamata dai suoi abitanti solamente col nome di Isola.


Indirizzo blog Buona lettura:
www.unabuonalettura.blogspot.it
• Pagina Facebook Buona lettura:
www.facebook.com/buonalettura88
• Account Twitter Buona_lettura:
www.twitter.com/buona_lettura_
• Account Instagram buona_lettura88:
https://www.instagram.com/buona_lettura88/
• Account MeWe Ilaria Vecchietti:
https://mewe.com/i/ilariavecchietti
• Account Bloglovin' Buona lettura:
https://www.bloglovin.com/blogs/buona-lettura-18385013
• Account Goodreads Ilaria Vecchietti:
https://www.goodreads.com/author/show/17057211.Ilaria_Vecchietti
• Account LinkedIn Ilaria Vecchietti:
https://it.linkedin.com/in/ilaria-vecchietti-2898a261
• Email: ila.vecchietti@gmail.com

venerdì 15 novembre 2019

Tappa trama blogtour: Ricordati di sorridere quando piove cacao

Buon pomeriggio, oggi pubblico la trama del libro natalizio di Elisa Crescenzi, Ricordati di sorridere quando piove cacao.


Ci sono ricordi che ci stanno stretti e vorremmo cancellare; altri, invece, vorremmo tenerli con noi per tutta la vita.
Elena ha trent’anni, un lavoro che non le da soddisfazioni e la mancanza della nonna ancora troppo vivida nel cuore.
Il Natale alle porte non aiuta il suo umore già precario e, in un attimo di frustrazione, compie una follia, si licenzia.
Un aereo per Castle Combe la porta nel sogno della nonna, quello che è ormai diventato anche un po’ suo. Ha tutto l’occorrente per far sì che la ricetta sia perfetta: un cottage, una cucina accogliente e la voglia di stringere tra le braccia
quel libro di ricette che la nonna non è riuscita a realizzare. C’è solo un piccolo problema… o meglio, due! Qualcosa nella prenotazione è andata storta e la ricetta
perfetta sta per trasformarsi in un vero disastro. Riuscirà Elena a portare a termine il suo progetto o “l’inconveniente” di nome Gabriel manderà in fumo i suoi piani?
Benvenuti a Castle Combe, il paese dove le favole prendono vita.

Cover Reveal: A proposito di Audrey


Buon pomeriggio, oggi sono felice di inaugurare la mia collaborazione con Tulipani Edizioni pubblicando il tenerissimo Cover Reveal di A proposito di Audrey di Daniela Perelli.

Autore: Daniela Perelli
Casa Editrice: Tulipani Edizioni (fuori collana)
Genere: Narrativa per ragazzi
Prezzo E-book: 0,99 offerta lancio

Audrey è un cucciolo di chihuahua che, una volta persa la mamma e dopo l’adozione dei suoi fratelli, si sente tanto sola e spaesata. Decisa a ritrovare la sua famiglia, scappa dal canile nel quale è nata e comincia così la sua avventura. Solo che, durante
la sua ricerca, qualcosa accade: viene soccorsa da una nonna e dalla sua nipotina che si affezionano tanto a lei da tenerla con loro.
Impara a conoscerle e si rende conto che non può lasciarle perché, tristi e sconsolate, si ritrovano ad affrontare una situazione davvero difficile.
Riuscirà Audrey ad aiutarle e, nel frattempo, a trovare la sua famiglia canina?
Intanto anche le famiglie adottive di Milly, Leila e Ronny, anch’essi sempre speranzosi nel ritrovare la loro coraggiosa Audrey, avranno momenti intensi e di commozione da affrontare.

L'AUTRICE
Daniela Perelli. Nata a Genova il 6 giugno 1980, si è diplomata come Tecnico dei Servizi Ristorativi e specializzata in pasticceria. Ha lavorato per due anni a contatto con i bambini come educatrice e animatrice turistica, coltivando la passione per la danza, il canto e la lettura. Vive a Genova con il marito Alessandro, i figli Giulia e
Luca e la loro cagnolina Stella. Responsabile della collana rosa "Un cuore per capello", autrice di libri di ricette, romance contemporanei, racconti e novelle con ambientazione storica, ha pubblicato tramite il self publishing ed è autrice per la Collana Floreale, ed ex autrice Rizzoli per la collana You Feel. Redattrice della rivista "Pink magazine Italia", gestisce il suo sito "La piccola bottega del cuore di Daniela", dove pubblica articoli, ricette e consigli di lettura e la rivista amatoriale femminile "Semplicemente
amiche". Da poco autrice per il settimanale 'Intimità', ambasciatrice e modella curvy per Beautifulcurvy, ha aperto un piccolo brand d’abbigliamento, Sweet Girl, per tutte le taglie.

Ho scritto questo libro perché...
Stella fa parte della nostra famiglia, una piccola Chihuahua che, per carattere sveglio, per la sua dolcezza, mi ha ispirata a scrivere questa storia. In genere, anche quando scrivo rosa, un protagonista a quattro zampe difficilmente manca. Gli animali ti salvano davvero: se non ci fosse stata lei difficilmente saremmo riusciti a superare la morte di Lili, la barboncina che ha vissuto con noi tredici anni. E anche qui, Audrey, in qualche modo salverà molte persone.

"Se fossi stata adottata forse non avrei più avuto la possibilità di ritrovarli tutti, quindi
dovevo agire in fretta e il momento perfetto era quando mi portava la ciotola con il
cibo perché, non appena avesse aperto la porticina della casetta, avrei colto tutti di
sorpresa e sarei corsa via. Ce la potevo fare, ne ero certa. Dovevo solo aspettare il
momento perfetto e correre senza guardarmi indietro..."


mercoledì 13 novembre 2019

Cover reveal: Ricordati di sorridere quando piove cacao


Buon pomeriggio, come già annunciato due giorni fa oggi pubblico il Cover reveal di Ricordati di sorridere quando piove cacao di Elisa Crescenzi in uscita il 23 Novembre!


Cover realizzata da @federicadiiesu_art.book

Venerdì ci sarà una nuova tappa in cui vi svelerò la trama!

Review Tour: Il caso Léon Sadorski


Buongiorno, oggi il blog ha il grande piacere di partecipare al Review Tour di Il caso Léon Sadorski di Romain Slocombe edito Fazi editore che ringrazio per l'opportunità.



Autore: Romain Slocombe
Editore: Fazi Editore
Collana: Darkside
Pagine: 438
Data di pubblicazione: 14 novembre 2019
Genere: thriller

Parigi, aprile 1942. La capitale francese è in piena Occupazione tedesca. La paura dei bombardamenti inglesi, i traffici illeciti, gli arresti arbitrari, la caccia serrata al terrorista e all’ebreo di turno sono all’ordine del giorno e la popolazione deve decidere se stare o meno dalla parte dei nazisti. Per Léon Sadorski, ispettore di polizia antisemita e anticomunista, la scelta è scontata: il collaborazionismo rappresenta l’occasione perfetta per ottenere privilegi e autorità. Personaggio dall’indole egoista e meschina, per lui l’Occupazione sarà anche l’alibi ideale per lasciare libero corso a tutte le sue bassezze e perversioni: si getterà quindi a capofitto nel suo lavoro di poliziotto, arrestando gli ebrei per spedirli al campo di lavoro più vicino, dando una mano alle Brigate speciali incaricate di intervenire contro i presunti terroristi e approfittandosi di chiunque. Ma, come tutti gli approfittatori, Sadorski è avido e codardo; e quando verrà arrestato inspiegabilmente dalla Gestapo e portato in una prigione di Berlino, dovrà giocare d’astuzia e affinare le sue armi per poter continuare indisturbato a fare i propri interessi nella Parigi collaborazionista. Romain Slocombe firma un thriller atipico, pervaso dell’atmosfera classica del noir francese e al tempo stesso minuziosamente documentato sul piano della ricostruzione storica. Léon Sadorski, protagonista antieroe di una nuova serie di polizieschi, trascina il lettore in una Parigi oscura e corrotta.

Il caso Léon Sadorski è uno di quei libri in cui non puoi non provare fastidio dall'inizio alla fine della lettura per tutte le bassezze, atrocità, torture, che si leggono in questo thriller molto particolare. Léon Sadorski, ispettore di polizia collaborazionista nella Francia Occuppata dal nazismo é il protagonista di questa storia. Storia che tutti conosciamo per averla studiata a scuola, per i film visti e i libri letti. Sadorski é un protagonista con il quale non si empatizza affatto dato che é antisemita, anticomunista ma anche codardo, spietato, assassino, sadico, opportunista e ha numerose perversioni sessuali. 

"E' nato in Tunisia sotto il segno del Leone. E' basso di statura, tarchiato, largo di spalle, con il mento un po' sfuggente, il naso corto, la fronte convessa sotto i capelli ondulati, prematuramente incanutiti". 

"Sado è ben noto per i suoi sbalzi d'umore, le sue improvvise sfuriate, i suoi insulti volgari contro i subalterni".

Quando viene arrestato dalla Gestapo, insieme al suo ex collega Louisille, e trasferito da Parigi a Berlino Sadorski é terrorizzato, si chiede cosa abbia fatto di sbagliato dato che é sempre stato fedele alla politica antisemita e ha sempre servito la patria con rigore. In Germania viene interrogato più volte, maltrattato e il regime carcerario a lui dedicato non è di certo confortevole. In questa situazione Sadorski deve giocare d'astuzia per tornare vivo a casa dalla sua dolce Yvette, si dimostra ancora più vile e codardo in questa situazione che lo segnerà profondamente. Tornato a casa, Sadorski é ancora più spietato e rigoroso nel suo lavoro facendo pulizia degli ebrei che gli capitato sotto tiro così come dei terroristi che si ribellano al regime nazista.
Sadorski però non riesce a superare un certo limite nella violenza, non riesce a pestare a sangue, massacrare di botte un giudeo come fanno molti suoi colleghi. E' un vile proprio perché a parole si dimostra inflessibile e spietato ma nella pratica non riesce a fare ciò che dice (per fortuna aggiungo!).

"Il suo lavoro é identificarli per mandarli a Drancy. Gli succede di strapazzarli, d'accordo, e il giorno in cui Albers e l'interprete si sono messi a suonarle al giudeo, la cosa al principio é piaciuta a Sadorski, ma ci sono dei limiti, cazzo! Nemmeno Bauger, Barrachin e quelli delle brigate speciali avrebbero agito così! Che tipo di legge può autorizzare una simile schifezza? E' inconcepibile..."

Trovare dei personaggi positivi in questa storia é davvero un'impresa ardua perché anche gli arrestati spesso e volentieri sono terroristi e assassini. Ovviamente non faccio riferimento alle migliaia di persone deportate ingiustamente, picchiate, maltrattate e fucilate con l'unica colpa di essere ebrei.
Il caso Léon Sadorski é un libro difficile da digerire per la durezza dei racconti, per le barbarie raccontate; è un libro che non lascia indifferenti e che sicuramente non dimenticherò presto.  
Slocombe ha la capacità di andare a fondo nell'animo umano portando in superficie i sentimenti più deplorevoli che una persona può provare, te li sbatte in faccia senza convenevoli mettendo al corrente il lettore che al peggio non c'è mai fine.
Da non sottovalutare é anche l'accuratezza dei fatti storici riportati dall'autore con grande precisione riportando anche luoghi e persone, anche se non tutte, realmente esistiti.                        
A parer mio per una maggiore conoscenza dei fatti non dovremmo leggere solo libri scritti dalla parte degli ebrei, libri scritti dal loro punto di vista ma dovremmo leggere anche libri di persone come Sadorski, di coloro che stavano al di là della barricata e che mettevano in atto le atrocità che conosciamo bene. In questo modo possiamo almeno provare a capire che cosa passava nella mente di coloro che privavano gli ebrei, e non solo loro, della propria dignità e libertà. 

🌟🌟🌟🌟🌟/5🌟

L'AUTORE
È nato nel 1953 a Parigi. È scrittore, regista, illustratore e fotografo. Il caso Léon Sadorski è stato finalista al Premio Goncourt e Goncourt des Lycéens.

lunedì 11 novembre 2019

Prima tappa del blogtour di Elisa Crescenzi: Data del Cover Reveal

Buon pomeriggio, oggi vi svelerò la data del Cover Reveal del nuovo libro di Elisa Crescenzi che dà l'inizio ad un bellissimo Blog tour!


Il Cover Reveal sarà mercoledì 13 novembre, giorno in cui sapremo anche il titolo del libro e la data di uscita. Se siete curiosi non vi resta che seguirmi.

#44 Quattordici spine

Buongiorno miei cari lettori, iniziamo bene il lunedì con la recensione di Quattordici spine. La prima indagine dell'ispettore Traversa in Sicilia di Rosario Russo che mi ha gentilmente omaggiata della copia cartacea.


Autore: Rosario Russo
Editore: Algra Editore
Pagine: 184
Data di pubblicazione: 10 maggio 2019
Genere: Giallo

Acireale, Sicilia. Un efferato delitto sconvolge l'abulica routine quotidiana: Don Mario Spina, canonico della basilica di San Pietro, viene ritrovato senza vita all'interno della sacrestia, ucciso con decine di colpi d'arma da taglio. Inoltre, da un'antica credenza sono state trafugate le spoglie del maggiore artista locale, Paolo Vasta. L'ispettore di polizia Luigi Traversa, da poco arrivato dal Veneto, si ritrova a indagare su un delitto a tratti inspiegabile. Chi è stato a compiere quell'orrendo crimine? E quale misterioso passato nasconde il poliziotto, giunto all'improvviso in città? Quattordici giorni serviranno a Traversa per risolvere il caso, togliendo una spina alla volta da quel pericoloso fico d'India tutto siciliano che, una volta ripulito, mostrerà all'ispettore la terrificante verità.

Leggere Quattordici spine equivale a fare un tuffo in Sicilia, precisamente ad Acireale perché Russo ha la capacità di immergere completamente il lettore nella sua terra fatta di odori, profumi, colori, mare, gente genuina, proverbi e tradizioni.

"-Beh, devi sapere che alla pescheria di Acireale si trova di tutto, dal pesce alla carne, dalla frutta alla verdura, persino i dolci. E poi quella non è puzza, ma profumo.
-Profumo di cosa?
- Della Sicilia, mio caro".

Con Quattordici spine fa la sua comparsa l'Ispettore Luigi Traversa che, dopo uno spiacevole episodio accaduto a Feltre sua città, viene trasferito ad Acireale. Traversa fatica un po' ad ambientarsi in Sicilia, per il dialetto che in molti parlano e che lui ovviamente non capisce, per il fatto che odia il pesce, per il clima molto caldo. Nonostante ciò si fa degli amici con i quali però è molto riservato soprattutto sul suo passato, riesce a trovare qualcosa da mangiare che gli piace molto ossia la cartocciata alle melanzane. Traversa è molto legato al suo lavoro, dà l'anima nelle sue indagini e ciò è facilmente intuibile nell'indagine che deve affrontare ad Acireale. Don Mario Spina, molto amato e stimato dai suoi fedeli, viene barbaramente ucciso in sacrestia. Chi l'ha ucciso ha anche rubato le spoglie del noto artista locale Paolo Vasta. Chi può aver ucciso un uomo così ben voluto? E perché sono state rubate le spoglie del noto artista? All'apparenza sembra un furto degenerato in un omicidio ma Traversa non si fa mai guidare dalle apparenze, segue il suo intuito senza farsi intimorire da niente e da nessuno, neanche quando, durante le indagini, saltano fuori nomi di spicco della città.
Il caso si fa subito spinoso, proprio come il fico d'india, frutto tipico siciliano. Ogni giorno che passa è una spina da togliere all'indagine in corso.

"-Magari quello che sto per dirti sarà un luogo comune, ma i luoghi comuni contengono sempre un fondo di verità: c'è chi sostiene che non ci sia cosa migliore di assaggiare un fico d'India per comprendere la Sicilia. Se si vuole assaporare la dolcezza del frutto, bisogna prima eliminare ogni timore di affrontare le spine, questo equivale a capire cosa significhi vivere in Sicilia. 
Traversa lo ascoltava ammirato, parlare con Alberto gli faceva bene all'anima.
-Direi che di spine ne sto trovando parecchie! E come avrai intuito mi riferisco all'indagine che sto seguendo in questi giorni."  

L'indagine svelerà dei retroscena davvero inquietanti e non prevedibili. Mi è piaciuta la trama e il suo svolgimento per niente scontato. 
Come ho già accennato l'ambientazione è davvero bella e suggestiva, Russo l'ha davvero ben descritta. Mi è piaciuto anche l'uso dei termini dialettali, di proverbi e modi di dire tipici del posto perché impreziosiscono non poco il racconto. 
La lettura è davvero piacevole, Quattordici spine è un giallo ben scritto, con una trama ben sviluppata.
L'unico appunto che faccio all'autore riguarda il suo protagonista che ricalca un po' il tipico ispettore solitario, che beve e che non sa cucinare, ha sempre il frigo vuoto, vive di avventure sentimentali e ha nel suo passato uno o più eventi che lo hanno segnato. 
Nonostante ciò consiglio fortemente la lettura di Quattordici spine a tutti coloro che, come me, amano i gialli.

🌟🌟🌟🌟/5🌟

L'AUTORE

Rosario Russo (1986) è siciliano, vive e lavora ad Acireale. Laureato in Lettere e Filosofia e appassionato di Storia, ha conseguito successi in numerosi premi letterari, presentando racconti di vario genere. Nel 2012 ha esordito con "Il Martirio del Bagolaro", romanzo storico ambientato ad Acireale nel 1862. Il poliziesco "Quattordici spine" è il suo secondo romanzo.

Un regalo sotto l'albero: Adrenalin di Emma Altieri

Un regalo sotto l'albero: Adrenalin di Emma Altieri Ryan sta per realizzare il suo sogno: correre per la Ducati Corse. Q...